Utente 861XXX
Salve sono una ragazza di 29 anni, da circa nove soffro di allergia ai pollini, non so effettivamente quali ma l'allergia mi si ripresenta ogni anno in primavera e per tutta l'estate. Si manifesta sotto frma di rinite, prurito alla gola e sotto al palato, in più mi si formano bollicine sulle dita delle mani che dopo un po di tempo si aprono e le dita mi si squamano ( non mi danno alcun fastidio, nè prurito nè altro) in più a volte mi si screpola l'angolo del labbro, solitamente uno solo, sempre lo stesso, a volte l'altro, anche questo fastidio non mi da nè prurito nè dolore...arrivo al punto! Da questa estate la screpolatura mi si è presentata più volte, fino a quando tre settimane fa mi è venuta su entrambi i lati. Ho cercato un po di documentarmi, in quanto prima l'attribuivo all'allergia, però scoprendo che può essere anche carenza di vitamina B, ho cominciato ad assumere un integratore. Ora la screpolatura mi è passata, ma mi sono rimaste delle piccole bolle(che non mi prudono, non mi danno dolore, non contengono liquido o altro) che faticano ad andare via, o meglio noto che di mattina stanno quasi scomparendo, poi dopo che mangio mi si arrossano! Dunque ciò che vorrei sapere il mio problema può essere attribuito alla carenza di vitamina (visto che assumo anche la pillola anticoncezionale), oppure potrebbe essere un tipo di sindrome orale allergica. Aggiungo anche altri due elementi che potrebbero essere utili, sono allergica al nichel, in quanto ogni volta che in estate con il caldo e il sudore indosso argento o altro, mi viene un eritema pruriginoso e in più, nel periodo in cui mi è venuto il problema agli angoli delle labbra ero in un priodo di forte stress (esame abilitazione forense) che durava da ormai tre mesi. So di aver detto troppo, spero riusciate ad aiutarmi...grazie!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio Del Sorbo
28% attività
16% attualità
12% socialità
SCAFATI (SA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Le cause di cheilite angolare (perléche) possono essere davvero tante e non necessariamente di natura allergica (chelite allergica da contatto). Esistono cheiliti angolari irritative da contatto, cheiliti da candida, cheiliti da deficit di ferro e vitamina B12, etc. L'applicazione di creme in molti di questi casi, contribuisce a mantenere l'ambiente caldo umido e quindi all'ulteriore macerazione dei tessuti. Una visita specialistica presso il Suo dermatologo, permetterà di giungere ad una diagnosi precisa e di programmare una terapia mirata in base alle manifestazioni cliniche in atto. Cordiali saluti e in bocca al lupo!
[#2] dopo  
Utente 861XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio...vorrei gentilmente ancora chiederle una cosa, ossia se la disidrosi deve necessariamente essere pruriginosa, perchè come ho già detto sopra la mia si manifesta in modo anomalo!
[#3] dopo  
Dr. Antonio Del Sorbo
28% attività
16% attualità
12% socialità
SCAFATI (SA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Generalmente la disidrosi si presenta con piccole vescicole pruriginose, specie ai lati della dita e nei mesi caldi. Tuttavia esistono delle varianti atipiche in cui il prurito non è necessariamente il fenomeno principale. La visita dermatologica è utile nel confermare la diagnosi e nel valutare la possibilità di dermatosi simili alla disidrosi (es. psoriasi palmare, eczema da contatto, etc). Inoltre resta da valutare al momento della visita la possibile correlazione con il problema da Lei riferito agli angoli della bocca (es. cheilite eczematosa, cheilite psoriasica, etc). Cordiali saluti.
[#4] dopo  
Utente 861XXX

Iscritto dal 2008
Grazie ancora!
[#5] dopo  
Utente 861XXX

Iscritto dal 2008
Salve, mi sono recata dal dermatologo, come consigliatomi, il quale mi ha prescritto semplicemente una crema idratante, precisamente vea lipogel. Già dalla prima applicazione ho notato un forte miglioramento e ora il problema è quasi del tutto scomparso (sono passati tre giorni), tuttavia, il dermatologo non mi ha saputo precisamente spiegare perchè mi fosse venuta, ha solo detto che essendo io un soggetto allergico è possibile questo tipo di problema. Volevo sapere se fosse stata una candida la semplice crema avrebbe potuto risolvere il problema e ancora, non avrei dovuto mischiarla, magari al mio ragazzo?
Grazie dell'attenzione!
[#6] dopo  
Dr. Antonio Del Sorbo
28% attività
16% attualità
12% socialità
SCAFATI (SA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Sono contento che ha risolto il problema. A volte bastano pochi minuti di visita dermatologica per togliersi il dubbio, piuttosto che tentare di risolvere da soli il problema con esami o rimedi fai da te. Una cheilite da candida (perléche) sarebbe stata prontamente diagnosticata dal collega al momento della visita e curata con un antimicotico adatto. Buona serata!
[#7] dopo  
Utente 861XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio ancora per l'attenzione!Buona sarata anche a lei!