Utente 469XXX
Buongiorno,

sono portatrice di pacemaker definitivo bicamerale per fibrillazione atriale.
Vorrei sapere se, in futuro, fosse possibile procedere ad ablazione.

Ringrazio in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Mariano Rillo
48% attività
20% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Cara signora
a 80 anni purtroppo le indicazioni all'ablazione sono molto limitate. Il pacemaker che lei ha probabilmente le è stato impiantato per le conseguenze di una fibrillazione atriale cronica (a volte si caratterizza per fasi di battiti troppo lenti), ma l'impianto non ha la pretesa di evitare l'aritmia. Per lei la cosa più importante è assumere anticoagulanti orali per la prevenzione delle tromboembolie cerebrali e controllare la frequenza media cardiaca delle 24 h con i farmaci (se è necessario).
Cordialmente