Utente 409XXX
Da una UROTAC, fatta per problemi di calcolosi renali è venuta fuori questa indicazione:
Immagine nodulare di maggiore densità di poco meno di 2cm in corrispondenza (e della?) coda del pancreas: si consiglia RM addome senza e con mdc e comunque monitoraggio TC nel tempo. Milza accessoria di 1cm al polo splenico inferiore.
Devo preoccuparmi? E' il segnale di un tumore?
Grazie per la risposta, sono davvero preoccupato.
Ps.: ovviamente ho già prenotato un RM

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Non è un segnale di tumore , ma la patologia deve essere indagata con RMN..



Cordialmente

Felice Cosentino - Milano
[#2] dopo  
Utente 409XXX

Iscritto dal 2016
Grazie mille. Quando farò la RM saprò essere più preciso.
[#3] dopo  
Utente 409XXX

Iscritto dal 2016
Egregio dott. Cosentino, ho avuto i risultati della RM con e senza mdc. Mi aiuta a decifrarla?
«....a carico della coda del pancreas, sul versante posteriore, si segnala nodulo del DT di 16mm circa a morfologia tondeggiante ed a margini piuttosto regolari; tale nodulo mostra segnale iso-debolmente iperintenso in T2, debolmente iperintenso in DVVI, ipointenso in T1 ed enhancement postcontrastografico precoce e persistente. il reperto descritto non appare caratterizzabile univocamente, anche in relazione alle piccole dimensioni ma, appare suggestivo per neoformazione solida pertanto meritevole di accertamento diretto. Non si apprezza dilatazione del dotto principale; conservata rappresentazione del cellulare adiposo perighiandoloare».
Cosa vuol dire accertamento diretto? e neoformazione solida?
La ringrazio.
[#4] dopo  
Dr. Felice Cosentino
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Significa che la lesione deve essere ulteriormente studiata (mediante ecoendoscopia con eventuale biopsia) per capirne la natura.... Senza tale ulteriore studio non è possibile dire niente, anche ai fini teraputici.