modi  
 
Utente 409XXX
Salve, ho subito una riduzione e sintesi con fili di K 15 giorni fa. 5 giorni fa mi è stata fatta la seconda medicazione. Il filo di K del quarto metacarpo non esce completamente e l'infermiera di turno, questa volta a differenza dall'altra infermiera, oltre ad avermi medicato ripristinando il bendaggio e riutilizzando la stessa valva di gesso, ha cercato in tutti i modi di mantenere fuori la testa del filo di K applicando diversi cerotti intorno (alla testa), spiegandomi che se dovesse cicatrizzarsi all'interno, dovrei sottopormi a un piccolo intervento per poter togliere poi il filo. Ho avvertito dolore e con il passare dei giorni, oltre al dolore in corrispondenza del filo, si acutizzano fitte nella zona interna bassa dell'anulare e la sensazione che avverto è come se un tendine stesse per lacerarsi. Dal momento che non ho mai avuto esperienza di fatture al metacarpo, mi chiedevo se a distanza di 15 giorni fosse normale avvertire questi dolori così forti o se in qualche modo poteva essere imputabile a quelle manipolazioni effettuate o a altro...
Grazie per l'attenzione, cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

il dolore potrebbe essere dovuto sia alle fratture che agli stessi fili di K, che, attraversando la cute, stimolano i recettori del dolore lì presenti.

Anche le manipolazioni durante le medicazioni possono stimolare il dolore locale.

Buon pomeriggio.
[#2] dopo  
Utente 409XXX

Iscritto dal 2016
Grazie Dottore, per la disponibilità e il tempo dedicatomi. Incrocio le dita... (quelle sane!)
Buona giornata.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.