Utente 405XXX
Buongiorno,
Il 22 aprile mio marito (età 35) è stato operato di varicocele di II grado al testicolo sinistro. Un giorno dopo l'operazione accusava fortissimi dolori e gonfiore al testicolo e febbre. Dopo varie e confuse diagnosi (colica renale, influenza...) dall'eco si è delineato un quadro più attendibile: epididimite. Hanno ipotizzato diverse possibili cause: prostatite non curata (ma prima dell'operazione aveva fatto una cura per una sospetta prostatite), antibiotici sbagliati, "sfortuna"...
Dopo una cura di augmentin, ciproxin e alla fine rocefin, oggi, finalmente, mio marito è riuscito ad alzarsi dal letto.
Ci hanno detto che il gonfiore durerà almeno un altro mese e che ancora per due settimane dovrà evitare sforzi di ogni genere. Nessuno si è però pronunciato sulla sua fertilitá. Cerchiamo un figlio da quasi un anno, l'operazione al varicocele serviva a migliorare uno spermiogramma poco brillante. E adesso?
Questa infezione ha compromesso la sua fertilità?
Ci sono delle cure per migliorare il liquido seminale?



grazie mille per la vostra attenzione.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
G.le utente,
l'epididimite è una complicazione che può accadere dopo l'intervento di varicocele. Se curata, non dovrebbe compromettere niente. L'epididimo rimarrà aumentato di dimensioni e di consistenza per qualche settimana, forse per più di un mese. Questo dipende dal quadro clinico il quale non posso constatare. Lo spermiogramma dovrà essere ripetuto tra 6-8 mesi. Domandi ai colleghi urologi se suo marito dovrà effettuare delle cure post-intervento con integratori che potrebbero migliorare la qualità spermatica. Mi faccia sapere. A presto
[#2] dopo  
Utente 405XXX

Iscritto dal 2016
Grazie per la celere risposta!
Mio marito aveva pensato di fare uno spermiogramma mese prossimo, ma evidentemente è prematuro.
Domani farà ecografia di controllo, mi farò suggerire degli integratori.
Grazie ancora e a presto


[#3] dopo  
Dr. Andrea Bottai
28% attività
8% attualità
12% socialità
LODI (LO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2016
Perfetto. Un mese è troppo presto. Bisogna attendere almeno 6 mesi. Mi faccia sapere. A presto