Utente 399XXX
Buongiorno,in seguito a una lieve ma perenne tachicardia sinusale accompagnata ad extrasistoli mi viene applicato un holter ovviamente dopo eseguito un ecocardio,dall'holter viene riportata una frequenza media di 94 bm,un po altina,anche di notte non scende al di sotto dei 60bm,il cardiologo mi prescrive bisoprololo 1,25 che assumo gia da qualche mese,devo dire che la frequenza me l'ha abbassata,anche se sugli extrasistoli non sortisce un grande effetto,effettuando anche un test da sforzo non viene rilevato nessun extrasistole sottosforzo e per il medico cio e rassicurante,il problema e che spesso a riposo ora ho una frequenza che si aggira sui 60 bm,respiro corto e un po di spossatezza\astenia,essendo comunque un dosaggio basso e un problema secondo il vostro parere se divido la compressa a meta e comincio ad assumere meta?non voglio chiedere questo consulto per prescrizione farmacologiche,capisco che non potete per i limiti del consulto on line,vorrei solo capire se una compressa da 1,25 puo essere divisa a meta e assunta a meta per avere minori effetti collaterali,molte grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
guardi 1,25 mg di bisoprololo sono il dosaggio starter per lo scompenso cardiaco.
Il fatto che lei risponda in maniera così drastica significa che non ne aveva bisogno.
Una media di 93 BPM e di 60 a riposo non richiedono nessuna terapia farmacologica.
Si senta con il suo cardiologo per programmare una sospensione a scalare della terapia.
La compressa può essere comunque divisa a metà o tagliata in quattro parti.
Saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 399XXX

Iscritto dal 2016
Buonasera Dottore grazie per la risposta,vorrei se possibile avere un suo parere sull holter:frequenza media 94bm,max 138 e min 59bm nelle ore notturne,presenza di 12 Bev distribuiti in 6 Bev alternanti in fase tri e quadrigemina e altri 6 Bev nelle ore notturne mentre dormivo,capisco che sono poche ma vorrei capire una cosa,ho applicato l'holter mentre sostenevo un esame universitario e spesso quando sono agitato mi capita di avvertire dei tonfi ogni tre quattro battiti regolari ,secondo lei e normale questa sequenza di extrasistoli tri e qudrigemini? e come mai mi sono giunti gli altri specie nelle ore notturne mentre dormivo ed ero rilassato?molte grazie.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Che lei si preoccupi di 12 EXV su 100.000 battiti del suo cuore, giornalieri, la dice lunga sul suo stato d'ansia.
Se tutti gli altri esami che ha fatto, presumo un ecocolordoppler cardiaco e la prova da sforzo al massimale citata, sono negativi, lasci stare il trigeminismo e il quadrigeminismo, magari anche il "penta" e l'"epta geminismo" di 6 EXV.
Che lei avverta le EXS quando è ansioso è del tutto normale.
Mi chiedo come faccia ad avvertirle mentre dorme!
Essere rilassati non la esime dall'avvertire le EXV anche in maniera più distinta di quanto è distratto da altro.
Lei non è un cardiopatico: è un ansioso e deve curare l'ansia. Ciò non pertiene ai cardiologi.
Ad ogni buon conto si tranquillizzi.
Saluti,
Dott. Caldarola.