Utente 413XXX
Buonasera a tutti, questa è la mia prima domanda e inizio facendovi i complimenti per questa community che da sempre seguo. Purtroppo da poco più di un anno ho subito un intervento di prostatectomia radicale dopo che mi è stato diagnosticato un tumore alla prostata. Da dopo l'intervento la mia vita sessuale è peggiorata a dir poco perchè non riesco più ad avere un'erezione, nemmeno quando il desiderio ci sarebbe.
Il mio medico di famiglia mi ha prescritto il viagra, che uso in compresse da 50 mg.. non sarò più come prima, ma per lo meno riesco ad avere rapporti soddisfacenti sia per me che per la mia compagna. Il problema è che questi farmaci costano davvero parecchio, ma girovagando su internet ho letto della Nota 75 dell'aifa, secondo cui avrei diritto di farmi mutuare il farmaco.

E' davvero così? possibile che il mio urologo non me ne abbia mai parlato?

Ho letto poi che serve un piano terapeutico specialistico. Una volta che ho il piano, la ricetta devo farmela rifare sempre dallo specialista o posso farmela rinnovare dal medico di base?

Vi ringrazio in anticipo, mi sareste di grandissimo aiuto. Giovanni.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
lei vada dal suo medico di base e richieda impegnativa per visita urologica o andrologica. Prenda appuntamento e vada da collega, quando è da collega esponga il problema e il collega compilerà un foglio (piano terapeutico) e le farà una ricetta. A seconda delle regioni può servire analoga ricetta (dopo quella dello specialista) da parte del suo medico di base. Per un anno verrà rifornito dalla farmacia ospedaliera (ove porterà ricette e piano terapeutico) di PDE5 inibitori gratis.