Utente 337XXX
Gentili medici,

sono un pilota di moto ancora in attivita, nel 2011 ( presumo) ho fratturate le vertebre dorsali D6-D9-D10- D 11
mai curate e scoperte 2 anni pi tardi dopo una radiografia per un dolore al petto.
In quell'occasione mi dissero che avevo delle metastasi alla spina dorsale e mi invitarono a fare una risonanza magnetica per verificare , a quel punto scoprii che si trattava di vecchie fratture. ( fortunatamente , ospedale Svizzero )

Gia nel 2010 subii una caduta altrettanto cruenta sulla schiena ma in quell'occasione non fratturai nullla ( fui trasportato in ospedale e mi fecero tutti i controlli del caso)

A distanza di anni soffro di dolori nella zona dove ho picchiato e nelle costole , i muscoli paravertebrali mi fanno sempre male e hanno perso sensibilita ( si addormentano, ho sempre attribuito questi fenomeni alla caduta e alle fratture.)
Da 4 mesi a questa parte i dolori e la sensazione di blocco sono notevolmente aumentati , tanto da impedirmi di dormire bene, di allenarmi e di avere una vita normale, mi si addormentano anche le braccia e mi fanno male le braccia , piu precisamente nella piega (gomito)

Quello che volevo chiedervi é se queste "parestesie " e dolori( credo si chiamino cosi ) sono dovute a queste fratture mai curate oppure devo preoccuparmi di altro e fare ulteriori indagini, chiedo a voi di essere indirizzato.

Grazie mille per il vostro servizio e buona giornata

Antonio

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Purtroppo non è possibile esprimere un parere su un quadro clinico sconosciuto solo leggendo la Sua descrizione, senza sapere qual è la reale situazione della colonna. La sola cosa che posso dire quando scrive "mi si addormentano anche le braccia e mi fanno male le braccia , piu precisamente nella piega (gomito)" è che questi disturbi non possono dipendere direttamente dalle fratture dorsali, potendo essere legate invece a problemi del rachide cervicale o anche a problemi extrarachidei (tendinopatia, epicondilite, ecc.). È indispensabile che si faccia visitare da un ortopedico esperto. Sarà lui, dopo averLa interrogata, ascoltata e visitata, a decidere se e quali accertamenti gli (=allo specialista) servano. Le ricordo che qualsiasi accertamento strumentale non serve MAI al paziente, che ovviamente non ha nessuna capacità di servirsene, ma serve SOLO ED ESCLUSIVAMENTE al medico che, dopo aver visitato il paziente, lo prescrive, e MAI "tanto per vedere se c'è qualcosa", ma SOLO ED ESCLUSIVAMENTE per confermare o escludere un'ipotesi diagnostica oppure per approfondire una diagnosi già fatta.
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD
[#2] dopo  
Utente 337XXX

Iscritto dal 2014
Gentile Dottore,
mi scuso per non averle risposto subito , la ringrazio molto per il suo tempo e seguiro il suo consiglio.

Cordiali saluti

Antonio