buoni  
 
Utente 607XXX
gentile dottore
mio padre a giorno dovrebbe eseguire una elettrocardioversione per fibrillazione. è seguito dalla sua cardiologoa e sara lei stessa a fare elettrocardioversione con ricovero presso ospedale. ha provato prima con cura farmacologia ma la fibrillazione è rimasta.

sono un po in ansia-. è rischiosa? ottiene risultati?
se la fibrillazione non si risolve?
Ci sono casi in cui non si puo fare?
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La cardikversione elettrica in sedazione è semplice e prova di rischi
Dipende molto da tanti fattori legati al cuore del paziente se la metodica sarà risolutiva
A 80 anni io preferisco mantenere il
Paziente in fa con anticoagulante e farmaci per controllare la frequenza ma se i colleghi hanno deciso di farla avranno i loro buoni motivi che io non posso sapere
La saluto

Cecchini
[#2] dopo  
Utente 607XXX

Iscritto dal 2008
Ma perche dice cosi ?? A 80 anni puo essere perivoloso ??? Non e pericolosa anche cardio versione ???
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La cardikversione in è pericolosa di fatto
Può essere inutile
Tutto qui

Arrivederci
[#4] dopo  
Utente 607XXX

Iscritto dal 2008
Nel senso che poreebbe non dare risuktati
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Nel senso che spesso accade che dopo un successo iniziale e cioe' una cardioversione ottenuta il paziente possa ripresentare nuovamente f.a.
Questo dipende da molti fattori, quali la volumetria atriale, e ventricolare, la funzione ventricolare sinistra , lo spessore delle pareti ventricolari e....l'anagrafe.
Non ci scordiamo che questo signore ha 80 anni.

Arrivederci
[#6] dopo  
Utente 607XXX

Iscritto dal 2008
Grazie dottore e chiarissimo...stiamo seguendo quello che ci ha detto la cardiologa la tengo aggiornata....ma si ripresenta la fa dopo breve periodo o dopo mesi ??
[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
La cosa e' probabile.
Ovviamente parlo in generale perche' non ho alcun dato del paziente.
Solitamente in questi pazienti anziani io preferisco mantenerli in f.a. costante controllando la frequenza e trattandoli con anticoagulanti orali con Coumadin o NAO.
Come le ho gia' scritto.

Arrivederci
[#8] dopo  
Utente 607XXX

Iscritto dal 2008
Mi scusi dottore. Poi non la disturbo piu...la fibrillaz e pericolosa perche puo poryare ischemie ictus...
[#9] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Esatto per questo il paziente deve essere sottoposto a terapia anticoagulante
Ma è proprio l andare e venire dalla fa ad un ritmo normale che aumenta il rischio embolico
Arrivederci
[#10] dopo  
Utente 607XXX

Iscritto dal 2008
Grazie dottorr chuarissimo