Utente 414XXX
Salve, sono un ragazzo di 22 anni e da due mesi avverto uno strano sibilo, una specie di fischio "sporco", che non riesco a capire bene da dove proviene, infatti non sono neanche sicuro che la sezione Cardiologia sia quella più adatta; mi spiego meglio.
Circa due mesi fa, una sera, mentre mi piegavo in avanti da posizione eretta, ho avvertito questo sibilo per la prima volta, mi piego di nuovo e lo riavverto; penso ad un acufene ma non lo sento nelle orecchie ma piuttosto sembra provenire da dentro, nella testa o nella faccia (non riesco tutt'ora a localizzarlo con precisione). Non do troppa importanza alla cosa e lascio perdere.
Lo avverto qualche altra volta, sempre di sera, piegandomi in avanti, senza farci troppo caso, fino a quando una sera, all'incirca una settimana dopo, mentre ero sdraiato a letto in attesa di prendere sonno l'ho avvertito da fermo e stavolta era pulsante. Mi sono un po' preoccupato ma alla fine ho cambiato posizione un po' di volte, non l'ho più sentito e mi sono addormentato.
Da allora questo sibilo lo avverto tutti i giorni, durante la giornata è legato ad alcuni movimenti che faccio, in particolare se contraggo i muscoli addominali e li spingo in dentro, se mi piego in avanti e delle volte se giro testa e busto, maggiore è la forza e la velocità con cui faccio questi movimenti, maggiore è l'intensità del sibilo e lo avverto più la sera che la mattina e comunque ci sono giorni in cui lo avverto più di altri. Tra l'altro è più intenso se sono seduto piuttosto che in piedi.
La notte è la parte peggiore, se sono stanco e mi addormento subito e dormo fino alla mattina dopo magari non lo sento affatto, ma spesso le avverto pulsante prima di addormentarmi (in questo caso non è quindi legato ai movimenti che faccio), cambio posizione e passa o quanto meno si attenua, altre volte mi sveglio di notte avvertendo questo sibilo pulsante e molo più forte del solito e sinceramente mi spaventa non poco compromettendo poi il sonno.
Ci sono giorni in cui lo avverto di più e giorni in cui lo avverto di meno ma complessivamente è aumentato rispetto alle prime volte.
Sono stato dal medico qualche giorno fa perchè a causa di un periodo di stress dovuto principalmente agli esami universitari ho accusato dolori addominali e dietro la schiena, bruciore e acidità di stomaco, mi ha prescritto Lucen e Riopan che sembra stiano facendo effetto. Gli ho anche parlato di questo sibilo, in maniera un po' meno dettagliata rispetta ad ora, e secondo lui sto avvertendo il sangue che scorre nelle arterie della testa a causa di un prolungato periodo di ansia e stress che mi comporta come degli squilibri "fisiologici" (tra cui anche i fastidi di stomaco) e ha detto che molto probabilmente se ne andrà così com'è venuto. Mi fido del mio medico ma con lui non sono stato così esaustivo.
Ammetto che la cosa inizia a preoccuparmi, inizio a pensare a problemi all'aorta e cose del genere; quale può essere la causa?
Grazie per la disponibilità

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Concordo con il suo Medico.
Si tranquillizzi

ch c'entra l'aorta???

arrivederci

cecchini
[#2] dopo  
Utente 414XXX

Iscritto dal 2016
Ho pensato all'aorta visto che il sibilo è o pulsante o legato a movimenti addominali, ma è solo una paura.
La mia preoccupazione deriva dal fatto che proprio non riesco a capire quale possa essere la fonte di questo sibilo che non avevo mai avvertito prima.
Cerco di non farci troppo caso ma soprattutto la notte mi da parecchio fastidio e dormo male.

Ah, mi devo complimentare per la tempestività della risposta!!
[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Se ha acufeni senta l'opinione di un otorino, ma il cuore le garantisco non c'entra niente.
Arrivederci

cecchini