Utente 418XXX
Buongiorno,
accusando da inizio estate diarrea ogni 2 o 3 giorni ho pensato di fare un esame del sangue per le intolleranze alimentari.

Riporto i risultati:
MODERATAMENTE INTOLLERANTE
1) avena
2) cipolla
3) fagiolini
4) grano



Oltre a queste intolleranze i valori dei seguenti alimenti sono risultati nei limiti (quasi oltre) della norma:
latte vaccino, ananas, riso, sardine, gamberetti, spinaci, aragosta, olive, pepe nero, fragola, tè nero, pomodoro, noce nera, yogurt.

Essendo la prima volta che mi trovo a districarmi tra alimenti consentiti e non, chiedo un parere medico per sapere una lista di alimenti o criteri da evitare o poter consumare.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Le cause della diarrea sono molte, non è detto che la sua sia sostenuta da un'intolleranza alimentare. Il percorso corretto è andare dal medico di famiglia e seguire le sue indicazioni; può essere opportuno eseguire un esame del sangue per valutare la presenza di infezioni, le condizioni del fegato ecc. Anche un esame delle feci è opportuno.
Una volta effettuata una diagnosi precisa e stabilito se l'intolleranza ai cibi citati (che è ben diversa da un'allergia) è responsabile della sintomatologia, allora si potrà rivolgere a un nutrizionista.

[#2] dopo  
Utente 418XXX

Iscritto dal 2016
Grazie del suo consiglio, sono pienamente d'accordo con lei sull'importanza di stabilire con certezza l'origine della sintomatologia. Tuttavia da quando ho eliminato questi elementi non soffro più di mal di testa, che invece prima erano ricorrenti, e neanche di gonfiore addominale o diarrea.
[#3] dopo  
Dr.ssa Franca Scapellato
44% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Allora meglio così.