Utente 418XXX
Salve, sono un ragazzo abbastanza giovane, spesso mi capita di avere polluzioni notturne, sulle quali mi sono informato e non dovrebbero essere nulla di preoccupante, solo che (premetto di non essermi ancora consultato con il mio medico) presumo essendomi informato di soffrire di ipereccitazione, basta anche solo che mi si segga in braccio una ragazza con cui magari so di poter concludere o avere rapporti intimi che mi eccito, la masturbazione (da parte di lei) per la maggior parte delle volte non rappresenta un problema, resisto come una persona normale, quando si tratta invece ti entrare nel vivo del rapporto sessuale, pochi minuti di penetrazione sono sufficienti a farmi eiaculare, la cosa non ha mai intaccato la mia vita di coppia con la mia ex ma ora vorrei risolvere il problema dato che non tutte le persone potrebbero essere comprensive come lei.
Per sviare fosse un fatto d'ansia usando la pillola il rapporto durava anche abbastanza nonostante 2 o più eiaculazioni, solo che la situazione persiste, chiedo pareri prima di essere visitato dal medico.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda
28% attività
20% attualità
12% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile signore, l'eiaculazione precoce in un ragazzo giovane è spesso causata fa una iperccitazione o da una ansia da prestazione. ci sono diverse metodiche che può mettere in atto per ridurre lo stato di eccitazione, come per esempio mastirbarsi prima di incontrare la parner in modo da ridurre l'eccitazione. oppure esistono delle metodiche da attuare durante il coito:ovvero il metodo della compressione. che funziona così: Iniziate l’attività sessuale normalmente, stimolando il pene finché sentite di essere sul punto di eiaculare. La vostra partner comprime la sommità del pene, a livello del glande, per alcuni secondi, finché lo stimolo eiaculatorio cessa. Finita la compressione, aspettate per circa 30 secondi, e ricominciate tranquillamente con i preliminari. Noterete che il pene avrà perso in parte l’erezione, ma, riprendendo la stimolazione, ritornerà di nuovo eretto.
Quando vi sentirete di nuovo sul punto di eiaculare, la vostra partner ripeterà la compressione.
Ripetete diverse volte, finché è necessario, cioè fino a quando riuscirete a penetrare la vostra partner senza aver eiaculato. Dopo diverse sessioni di allenamento, la sensazione di essere in grado di eiaculazione diventerà un’abitudine e la compressione non sarà più necessaria.
Oppure prendete il pene con una mano e comprimete voi stesso il corpo e il glande fin tanto che lo stimolo eiaculatorio si attenua e poi continuate ( queste procedure le deve fare sempre con il preservativo indossato perchè non è certo che dello sperma non esca senza che lei se ne accorga.
infine ultima soluzione è quella di prendere del LUAN che è una pomata anestetica e subito prima di avere il rapporto lo spalma sul glande. in questo modo lei avrà l'erezione ma ritarderà la eiaculazione perchè sentirà di meno. Ovviamente non si faccia fare del sesso orale se no anestestizza le labbra e la lingua del partner. cordialmente
[#2] dopo  
Utente 418XXX

Iscritto dal 2016
Grazie dottore, è stato molto esaustivo, sono comunque aperto ad altre risposte però proverò con questo metodo di compressione, ancora grazie.
[#3] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda
28% attività
20% attualità
12% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
cari saluti ed auguri.