Utente 418XXX
Ho 79 anni, 80 a dicembre.
Sei anni fa ho effettuato il primo intervento di cataratta, l'operazione è stata perfetta, ma prendendo successivamente le gocce di fenilefrina ho avuto disturbi gravi tipo sbalzi di pressione (arrivava fino 180) per poi normalizzarsi a 120, intestino su e giù, sudori freddi, giramenti di testa,.

Il tutto è poi passato dopo circa un mese e mezzo.

Mi sono rivolta a un altro medico che mi ha detto che è droga sintetica e che per smaltirla ci voleva tempo, difatti è andata così.

Premetto che sto bene in salute, non prendo nessun farmaco, ho solo una monoclonale che tengo sotto controllo annualmente, ma sta regredendo e i medici dicono comunque che non è nulla di preoccupante.

La scorsa settimana, dopo circa 6 anni dal primo intervento, sono ritornata dal precedente oculista per procedere anche con il secondo occhio.
L'oculista era a conoscenza del discorso fenilefrina.

Mi ha detto durante la visita che comunque qualcosa doveva mettere per vedere l'occhio. Mi ha messo una goccia a suo dire, non so di quale sostanza, fatto sta che il giorno stesso al ritorno a casa di nuovo sono iniziati i sintomi precedenti, in misura molto minore, ma li ho sentiti, sono al terzo giorno dopo la goccia e ancora ne risento (ripeto in misura molto minore diciamo fatto 100 la volta scorsa adesso è 20).

Adesso ho la paura che non potrò operarmi, credo che il medico abbia preso sottogamba quello che ho detto, magari pensando che non mi avrebbe fatto nulla.

Come posso risolvere il problema? Vorrei fare l'intervento ma non a queste condizioni.

Si può cambiare medicinale (se sì quale) e fare una verifica preventiva prima dell'intervento?

Grazie
[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
nessun problema

potra’ utilizzare
un collirio alla TROPICAMIDE SENZA FELINEFRINA

oppure il CICLOLUX o addirittura l’ATROPINA

no problem