Utente 392XXX
Salve, ho 25 anni. Sono qui perchè ho dei problemi fisici e sinceramente non ce la faccio ad aspettare il giorno dell'ecografia con poi seguente appuntamento dall'andrologo, passeranno almeno 2 settimane da qui a quella data e quindi sono curioso di ascoltare dei vostri pareri al piu presto possibile. Per favore, desidero la massima sincerità, non ho bisogno di sostegno ma della verità, grazie in anticipo. Mi sono operato al varicocele circa 33-34 giorni fa e mi si è gonfiato molto il testicolo, credo sia idrocele, anche perchè sentendolo sembra un palloncino, sto prendendo 2 compresse di cetraflox al giorno indicate dal mio chirurgo. Ora ho gia letto in altri consulti che l'idrocele al 75% per toglierlo serve l'operazione e ok...ma se sto scrivendo qui è per un ulteriore problema e questo mi preoccupa maggiormente e sopratutto non sono riuscito a trovare risposte chiare online. Quando ho il pene in erezione sento un tubicino (o un filo....come posso chiamarlo?)appena sotto la base del pene, mi succede esclusivamente quando ho l'erezione, si gonfia probabilmente, questo tubicino si sente molto bene al tatto e non mi fa male, nessun dolore. Ho cercato con il dito di capire da dove parte, praticamente dovrebbe essere attaccato al testicolo e arriva fino alla base del pene. Vorrei sapere da voi di che cosa potrebbe trattarsi e sopratutto se è una cosa che si puo risolvere tranquillamente con qualche farmaco o se serve per forza l'intervento chirurgico.....questo tubicino parte dal testicolo operato...cioè dal testicolo che aveva il varicocele....spero che non dipenda dall'idrocele.... oppure puo dipendere dal gonfiore del testicolo? In verità non so nemmeno se si tratta di idrocel, ma viste le statistiche e le caratteristiche cioò è molto probabile. Scusatemi se non sono riuscito a spiegarmi bene, se non avete ben capito, fatemi pure domande, nessun problema. Vi ringrazio in anticipo per la vostra disponibilità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,da questa postazione telematica,senza poter visitare,non posso che limitarmi a confermare la presenza di un idrocele secondario alla varicocelectomia,da confermare nel previsto controllo ecografia e,soprattutto,nella visita diretta.Non essendo sintomatico,non mi preoccuperei più di tanto.Quanto al "tubicino",non riesco ad immaginare cosa possa essere.Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 392XXX

Iscritto dal 2015
Grazie per la risposta fulminea, davvero. Comunque sull'idrocele ero sospettoso anch'io. Quanto al tubicino, scusami se mi sono spiegato male, forse è il dotto deferente? Insomma qualcosa che diventa sensibile dall'esterno quando c'è un'erezione, un tubicino che parte dal testicolo e arriva alla base del pene. Cioè non le è mai capitato un caso del genere? La vede come una cosa inedita? Insomma è qualcosa all'interno della massa scrotale fino e lungo. Grazie ancora per la disponibilità
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...credo possa essere il deferente.Stia tranquillo.Cordialita'
[#4] dopo  
Utente 392XXX

Iscritto dal 2015
Professore, mi scusi, io ho scritto qui per avere risposte e ho anche specificato che la cosa che mi interessa maggiormente è questo "tubicino". Si gonfia quando ho un'erezione e vorrei sapere secondo la sua esperienza di che cosa si possa trattare e mi ha risposto che forse potrebbe essere il deferente. Quindi mi perdoni per l'ulteriore disturbo, le faccio due domande e poi ci congediamo: Questo gonfiore è normale? Nel senso si gonfia a tutti in erezione? Il mio ragionamento è che possa essere una conseguenza del testicolo gonfio, perchè comunque io non sento nessun dolore.La seconda domanda è come puo essere risolta? Io ormai ce l'ho da un mese circa, quindi potrebbe essere troppo tardi per intervenire con antibiotici? Mi scusi ancora ma lei capisce che con questo problema attuale avrei seri problemi di rapporti al livello sessuale, visto che è molto esposto al tatto e si puo sentire benissimo. Quindi mi scusi per la mia perseveranza, ma non avrei scritto qui se avessi trovato risposte online. Grazie ancora per la disponibilità.