Utente 386XXX
Chiedo un parere per il mio fidanzato visto che siamo in vacanza e visto che lui è impossibilitato a scrivere.
Da tre giorni avverte un forte dolore al polso che sembra interessare anche parte della mano e dell'avambraccio.
Il dolore non è continuo ma interessa solo determinati movimenti come la flessione del braccio o il movimento delle dita.
Forza:poca ma ci sono riprese molto evidenti già dal secondo giorno.
Non è la prima volta che capita ma di solito il dolore e il fastidio spariscono nell'arco di 1 o 2 ore. Probabilmente la causa risale ad un trauma causato da un piegamento della mano verso "l'interno"..
Lui è convinto che si tratti di un problema legato al nervo ulnare (studia medicina e crede riguardi il canale di guyon) .. attualmente sta prendendo anti infiammatori vista anche l'impossibilità di fare la visita dal medico.
Quando ha la mano distesa sembra che mignolo e anulare siano un poco piegati.
Continuare a prendere i medicinali di cui sopra è una buona scelta mentre aspettiamo di tornare dalle vacanze? Dobbiamo rivolgerci al medico di base o ad un altro specialista(come un neurologo)? È possibile che la causa sia quella oppure ci sono alternative più probabili?
È un problema risolvibile in maniera definitiva?
Grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

come lei sa, non ci è possibile fare alcuna diagnosi a distanza, nè sarebbe corretto.

Non credo possa trattarsi di un problema al nervo ulnare, perchè avrebbe una parestesia (formicolio e altre alterazioni della sensibilità) al mignolo e metà anulare.

Del resto, il dolore non è un tipico sintomo di sofferenza del nervo ulnare.

In ogni caso, solo una visita specialistica potrebbe chiarire di cosa si tratta.

Buona giornata.