Utente 417XXX
Buonasera! Ho fatto uno studio elettrofisiologico lo scorso mese per numerose tachicardie sinusale oltre i 150 bpm è un episodio di tachicardia a 190 finito con adenosina.
Prendo da quasi un anno bisoprololo.
Mi hanno mandata a casa dopo il ricovero con studio elettrofisiologico senza ablazione perché han detto che era tutto a posto, con scritto nella lettera di dimissione: tachicardia atriale pregressa. Tachicardia sinusale inappropriata attuale.
Ieri mi è arrivata a casa la lettera con quello che mi hanno fatto durante lo studio e nelle conclusioni c'è scritto:
Tachicardia sinusale inappropriata.
Conduzione AV accelerata.

Ma cosa vuol dire conduzione accelerata? Non è WPW che fa questa cosa solitamente? O è normale soprattutto per chi ha tachicardia sinusale inappropriata? Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Una conduzione AV accelerata significa che gli stimoli provenienti dal Nodo Seno - Atriale (NSA) giunti al Nodo A-V non sono sufficientemente rallentati. Quindi i ventricoli si contraggono a frequenza elevata. Può verificarsi in caso di TSI.
Sulla TSI mi dice che le hanno detto tutto: il farmaco di elezione per controllarla è la manegevolissima Ivabradina, eventualmente, se è il caso, associata a un beta blocante.
La sindrome di WPW è tutt'altra cosa.
Saluti,
Dott. Caldarola.