Utente 422XXX
Buongiorno

un mese fa sono stato operato d'urgenza per un ascesso perianale

La tecnica usata è stata l'incisione e drenaggio dello stesso ascesso.

La ferita ovviamente l'hanno lasciata aperta ma senza drenaggio e nel giro di una settimana e mezza si è chiusa

ora dopo due settimane circa dalla chiusura della ferita continuo ad avere delle piccole perdite di una sostanza tipo "pus" o comunque "oleosa".

Mi chiedo se sia collegato allo stesso intervento , se è normale tutto ciò o nel caso se è ricollegabile al fatto che ho un'emorroide esterna non dolorosa ma che "non rientra".

Scusate se non ho usato termini più tecnici


Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda
28% attività
20% attualità
12% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile signore dovrebbe farsi rivedere da chi lo ha operato, perchè non è normale che dalla ferita continui ad esserci una perdita simil pus a due settimane dalla operazione. potrebbe essersi nuovamente infettato il tramite e quindi è bene che si faccia vedere per tranquillità. cari saluti
[#2] dopo  
Utente 422XXX

Iscritto dal 2016
Buongiorno,

dopo un controllo post operatorio mi hanno diagnosticato una fistola e quindi devo essere operato mercoledì prossimo...
Tecnica del drenaggio (con il filo) che mi han fatto passare come la più risolutiva

volevo capire:

- giorni post operazione che devo rimanere a casa da lavoro
- Dolore?

Grazie
[#3] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda
28% attività
20% attualità
12% socialità
MODENA (MO)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2009
Gentile signore la procedura è molto diffusa e da i migliori risultati con minori fastidi, anche se il periodo non è breve. Viene ionserito nella fistola una sorta di grosso filo (tubicino) che viene successivamente unito alle sue due estremità all'esterno del corpo. Il filo presenta due potenziali vantaggi: il primo è il drenaggio continuo del materiale contenuto nel tunnel fistoloso (come il pus), che fuoriesce all'esterno prevenendo lo sviluppo di complicanze e rendendo più agevoli successive operazioni chirurgiche; il secondo vantaggio riguarda la possibilità di mettere periodicamente in trazione l'elastico per sezionare lentamente il tessuto muscolare (ELASTODIERESI o SEZIONE LENTA), incidendone un nuovo segmento man mano che la lesione precedente guarisce; così facendo, si evitano tagli netti e si diminuisce il rischio di incontinenza. Lei nel frattempo può svolgere una normale attività lavorativa e relazionale ed andare di corpo senza particolari precauzioni, salvo una attenta igiene locale. non provoca particolari dolori nei giorni seguenti al trattamento. cari saluti