Utente 422XXX
Salve, vorrei avere un parere sulla mia attuale situazione: é da un mese circa che non riesco ad avere o tenere una seconda erezione (durante la seconda erezione l'eccitazione con preliminare c'è ma capita che proprio durante la penetrazione perda l'erezione) e per me risulta molto strano in quanto la prima -trattenendomi - dura sui 5 minuti che non bastano chiaramente per dar piacere alla mia lei; come dicevo risulta per me molto strano in quanto precedentemente sono sempre riuscito a mantenere una seconda erezione quasi sempre senza alcun periodo refrattario e con la seconda erezione riuscivo a gestirmi e decidere io quando venire. Spero di riuscire a capire in qualche modo se il mio problema è psicologico o biologico e se possa trattarsi magari solo di un periodo no. Vi ringrazio per l'attenzione, saluti.

Ps: da circa 2-3 mesi abbiamo 3 rapporti a settimana

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,la ripetizione del rapporto nella stessa seduta non é codificata in nessuna "regola" del comportamento sessuale e,il più delle volte rappresenta l'éscamotage per esorcizzare il primo rapporto ritenuto veloce.La strategia clinica prevede,in prima istanza il ricorso ad una routinaria visita andrologica che possa tracciare un percorso basato innanzitutto su di una visita diretta.Puntare,nel tempo ai rapporti ripetuti diventa un "suicidio sessuale".Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 422XXX

Iscritto dal 2016
Salve dottor Izzo, la ringrazio in primis per la risposta ma mi chiedo; dovrebbe dunque il primo rapporto essere come io ho descritto il secondo? É quello considerato fisiologico? Inoltre la cosa del "suicidio sessuale" mi lascia un po' perplesso anche perché il primo rapporto forse perché veloce, ma comunque sia da considerarsi non precoce (giusto?), non è per me soddisfacente come lo può essere il secondo e talvolta anche il terzo. Le rinnovo i miei saluti e la ringrazio nuovamente.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...appunto.Il "suicidio sessuale" é una eventualità che nel tempo potrà verificarsi se continuerà a riproporre il modello della ripetizione del rapporto nella stessa seduta.Lasci che avvenga spontaneamente,dopo aver prolungato al massimo il primo,che non é precoce ma certamente migliorabile.Cordialità.
[#4] dopo  
Utente 422XXX

Iscritto dal 2016
Di fatti ho sempre seguito il suo consiglio ossia prolungare al massimo il primo, poi non avendo periodo refrattario mi concentravo più sul secondo al fine di dare piacere alla mia partner (ma potermi affidare al secondo è sempre stato un piacere anche per me siccome come già detto dopo la prima volta avere un'eiaculazione richiedeva più tempo e maggiore soddisfazione). Posso chiederle cosa lei intende precisamente con "suicidio sessuale"? E, quando lei dice -migliorabile- in che modo? C'è magari uno standard di cose utili da poter fare in caso di persone esenti da patologicitá? La ringrazio davvero per questo confronto, cordiali saluti.
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...il forum non prevede il confronto,in quanto esiste il parere tecnico in risposta ad un quesito dell'utente.Il termine "suicidio" é volutamente forzato in quanto é comprensibile ,ma non consigliabile, che un maschio cerchi di trovare e dare maggiore piacere.La ricerca ossessiva del rapporto ripetuto finisce,nel tempo,con il dare problemi prostatici,oltre ai condizionamenti psicologici.Mantenga l'approccio spontaneo e vada a sensazione perché tutto ciò che implica la ragione penalizza la spontaneità .Cordialità.
[#6] dopo  
Utente 422XXX

Iscritto dal 2016
Certo... Era mia intenzione dire "confronto" con una persona competente e dunque ringraziarla per il consulto... Mi è ancora poco chiaro cosa si intende per "suicidio sessuale"... Comunque sia è dunque da considerarsi "normale" questo mio cambamento? Ossia che da un mese a questa parte non ho la possibilità di un secondo rapporto... Mi preme aggiungere che per me è sempre stato spontaneo il secondo e mai forzato...
[#7] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...si dimentichi il termine suicidio,da me adoperato per allontanarla dalla ricerca obbligata di un secondo rapporto.La funzione deve rimanere spontanea.Cordialità.