Utente 419XXX
Buonasera, sono una ragazza di 20 anni e vorrei chiedere un consulto in merito ad alcuni sintomi fastidiosi presenti da circa un mese e mezzo.
-Dolori toracici:
ho sempre sofferto di dolori intercostali e toracici, anche se rari e lievi, ma per me costituivano la normalità e non ci ho mai dato peso. Ultimamente però sono peggiorati: sono molto più frequenti e si presentano all'improvviso in momenti qualunque della giornata, anche a riposo. Compaiono a destra, a sinistra (anche se a sx sono più frequenti), al centro e ai lati della cassa toracica.
-Battiti irregolari:
A volte, inoltre, ho la sensazione fastidiosissima che il cuore si fermi per un momento, come se ci fosse un vuoto, per poi battere subito dopo con un "bum" molto più forte del normale, più intenso e percepibile. Sento come se qualcuno desse un colpo dall'interno al petto. Dopo questo singolo bum più forte, il battito torna normale. Quando ci sono questi vuoti (che avvengono molte volte nell'arco di una giornata) mi viene subito da fare un respiro profondo, come se mi mancasse l'aria per un secondo.
-Respiro corto:
A volte ho il fiato corto: mi sembra che durante l'inspirazione non riesca a mandare in profondità l'aria, e che durante l'espirazione non riesca a buttarla tutta fuori.
-Tachicardia:
I primi di settembre mi sono recata in pronto soccorso perchè da cinque giorni consecutivi sentivo il battito accelerato, anche a riposo (normalmente oscillo tra i 65 e i 70 battiti al minuto). Mi è stato detto "cardiopalmo frequenza 99. Si consigliano esami ormoni tiroidei". Ho fatto gli esami ed è tutto ok. Da quel giorno mi capita che durante la giornata il battito acceleri senza nessun motivo apparente per 5 10 minuti, per poi tornare normale.
Ultima cosa: ogni tanto il petto si arrossa. Mi succede sempre quando ho rapporti col mio ragazzo, ma a volte mi accorgo di averlo rosso anche stando completamente a riposo.
(Questi sintomi non sono mai avvenuti tutti contemporaneamente)
PS: da piccola mi è stato diagnosticato un "soffietto" (a detta del medico era congenito, non costituiva preoccupazioni e sarebbe scomparso con l'età).
Nei limiti del consulto a distanza, secondo Voi da cosa può dipendere tutto ciò?
Grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
possono dipendere banalmente dal suo stato ansioso
arrivederci

cecchini