Utente 269XXX
Buonasera,
esattamente un mese fa mio figlio, di quattro anni, cadendo dalle scale si è procurato un grande ematoma sulla fronte.
Abbiamo subito applicato ghiaccio, e l'abbiamo portato al Pronto soccorso per un controllo.
Fortunatamente stava bene ed a parte lo spavento non ha riportato nessun trauma.
A distanza di un mese, abbiamo notato che il "bernoccolo" non si è del tutto riassorbito, al tatto è molto duro, anche se ha ripreso quasi del tutto il colore della pelle circostante (è impercettibilmente più scuro). Visivamente si nota la deformazione della zona.
Il bambino non lamenta dolore al tatto.
Oggi l'abbiamo portato dalla sua pediatra che ha parlato di un probabile ematoma con fibrosi.
Mi potreste gentilmente spiegare cosa significa?
Come mai si è formato? (poteva essere evitato?)
E come devo trattare la zona? a che specialista devo rivolgermi?
In attesa di un vostro riscontro porgo cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Comprenderà bene che senza una visita è impossibile soddisfare le sue aspettative. Inoltre è vietatissimo. Farei un controllo con un chirurgo pediatra.

L'ematoma in maggioranza dei casi tende ad andare incontro a risoluzione spontanea. Ciò accade quando, non essendo ulteriormente alimentata, la raccolta ematica coagula e viene riassorbita, anche se lentamente.

. Talvolta nella sua risoluzione l'ematoma evolve in una fibrosi dei tessuti .
Ma ripeto serve una visita per valutare un regolare decorso di quanto ci descrive.

Tanti saluti
Salvo Catania