Utente 291XXX
Buongiorno Egr. Dott.ri,

vi scrivo in merito ad una preoccupazione che ho da ieri, premetto che ho avuto un periodo di afte diffuse ed infiammazionio del cavo orale dovuto a morsicamento notturno. Ora mi sembra di stare meglio, sono stato a visita da odontostomatologo, dentista, otorino e dermatologo e la loro diagnosi è stata comune, abbassamento difese immunitarie, stress e morsicamento notturno.
Da ieri, premetto che non ricordo se prima la avevo, ho notato una piccola zona bianca sulla lingua, che non mi da problemi, non pizzica, non brucia e non mi sembra di sentirla al tatto e volevo chiedere a voi esperti se potrebbe trattarsi di un inizio di leucoplachia o altro.

In attesa di un vostro cortese riscontro
vi ringrazio in anticipo e vi saluto cordialmente

https://drive.google.com/open?id=0B5vfFTN3JiW5b2d2bEhCLUZvNkk
[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio
28% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
La leucoplachia, o leucoplasia è una caratteristica placca bianca che si forma soprattutto nella cavità orale a causa di una eccessiva ed anomala cheratinizzazione dell'epitelio e in alcuni casi di un ispessimento distrofico di alcuni strati esterni o dello strato spinoso dell'epitelio stesso.

È classificata tra le condizioni precancerose che, in seguito ad un evento displastico, possono evolvere in lesioni precancerose e quindi in neoplasie maligne. La leucoplachia è considerata una lesione precancerosa intesa come una alterazione epiteliale pre-maligna nella quale è più probabile lo sviluppo di una neoplasia maligna rispetto alla controparte tissutale indenne. I fattori predisponenti associati sono:

irritazione meccanica continua locale (spine irritative);
allergie ai materiali di uso odontoiatrico;
traumi cronici causati da denti taglienti o apparecchiature odontoiatriche;
abitudini viziate come tabagismo e abuso di alcool;

patologie sistemiche come anemia sideropenica deficit nutrizionali epatopatie diabete etc.
infezione da virus di Epstein-Barr in pazienti HIV-positivi.
Nel suo caso non mi sembra assolutamente una leucoplachia,
ma consiglio di monitorare nel futuro il cavo orale in occasione di controlli odontoiatrici.
Cordialità


https://it.linkedin.com/in/luigi-de-socio-9bb60343

[#2] dopo  
Utente 291XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno Dott.re,

la ringrazio per la celere risposta e le auguro buona giornata
giorno 13 farò un controllo odontoiatrico come è mio solito fare ogni 6 mesi, spero possa andar bene oppure devo abbreviare i tempi tra un controllo e l'altro.

Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio
28% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
Un controllo semestrale è una prassi comune ,che anch'io
consiglio ai miei pazienti.
Buona Giornata
[#4] dopo  
Utente 291XXX

Iscritto dal 2013
Buongiorno gentilissimo Dott.re, le chiedo scusa se approfitto per l'ultima volta della sua cortesia a professionalità, ieri ho dimenticato di farle vedere anche questa foto, potrebbe trattarsi di afta o leucoplachia?

A volte dopo aver usato colluttorio diventa rossa e poi ritorna ad essere dei questo bianco giallognolo. La ho da 15 giorni

Cordiali saluti

https://drive.google.com/file/d/0B5vfFTN3JiW5TXI0aDdhTmJCeGc/view?usp=drivesdk
[#5] dopo  
Dr. Luigi De Socio
28% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
Verosimilmente trattasi di aftosi che può trattare con colluttorio
a base di ac.ialuronico ed aloe.
Per correttezza si consulti anche con il suo dentista.
Buona Giornata
[#6] dopo  
Utente 291XXX

Iscritto dal 2013
Grazie mille come sempre Egr. Dott.re

buona giornata