vista  
 
Utente 892XXX
Buonasera, a nostro figlio di 6 anni abbiamo fatto una vista cardiologica e dall'ecocardiografia si è evidenziato che la comunicazione che tutti abbiamo tra l'atrio destro e quello sinistro, che entro il terzo mese di vita si chiude, non si è chiusa ed è rimasta aperta per circa 3 mm. Il cardiologo ci ha assicurato che è una anomalia frequente e che non porta nessun problema tranne nel caso si dovesse allargare. Volevamo avere qualche altra informazione che ci tranquilizzasse un pò di più. Grazie a tutti ciao

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, se il difetto riscontrato è di tipo ostium secundum, può restare relativamente tranquillo in quanto tale tipo di anomalia congenita è presente nel 30% della popolazione adulta e diventa di interesse chirurgico solo se supera i 25mm, oppure si associa ad aneurisma del setto interatriale con manifestazione cardioemboliche (ma siamo ben lungi dal caso in questione ovviamente!). Vista l'età del bambino è molto probabile che tale anomalia possa rimanere costante nel tempo o lievemente aumentare nell'età adolescenziale, sarà opportuno perciò praticare una volta l'anno l'ecocardiogramma per monitorare tale anomalia fino a tale periodo.
Cordialmente