anca  
 
Utente 432XXX
Buonasera dottori, vi scrivo per avere un consulto circa un problema all'anca che si manifesta da un anno. Nonostante la mia giovane età, ho un problema di mobilità all'anca destra. L'anno scorso ho iniziato a percepire come uno scatto, quando eseguivo semplici movimenti come camminare. Negli ultimi mesi però durante determinati movimenti (come salire sul motore), allo scatto, si è aggiunto un problema di rigidità e di forte dolore che si irradia per tutta la lunghezza della gamba e che riesco a risolvere ruotando l'anca come per "sbloccarla". Questo, talvolta, mi capita anche nell'anca sinistra seppure con una frequenza minore. Inoltre avverto spesso un dolore sordo all'inguine (dx) e dietro il ginocchio (dx) soprattutto dopo diverse ore in piedi. Dal mese di aprile ho notato un rigonfiamento in zona lombo-sacrale che è stato indagato con eco e che non ha rilevato problemi di alcuna natura se non una tensione muscolare dovuta probabilmente a questo problema all'anca che comporta un disallineamento del bacino. Ho eseguito anche rx assiale delle anche, che non ha però evidenziato alcuna anomalia se non un problema di anca a scatto. Vorrei tuttavia sapere, se l' anca a scatto può portare questa condizione di dolore oltre che un problema di mobilità così vincolante ed eventualmente quali altre indagini possano rivelarsi utili. Cordialmente.
[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
12% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Per poter rispondere è indispensabile averLa visitata. Può leggere qui un approfondimento sull'anca a scatto http://www.medicitalia.it/minforma/ortopedia/1974-anca-scatto.html, e qui sul conflitto femoro-acetabolare http://www.medicitalia.it/minforma/ortopedia/622-conflitto-femoro-acetabolare-femuro-acetabular-impingement-fai.html
Le radiografie possono non essere sufficienti per ipotizzare una diagnosi (non so cosa intenda quando scrive che l'esame rx delle anche "non ha però evidenziato alcuna anomalia se non un problema di anca a scatto". Individui con l'aiuto del suo medico curante un ortopedico esperto in patologie dell'anca, oppure si rivolga al Rizzoli-Sicilia di Bagheria.
Cordiali saluti
Umberto Donati, MD
[#2] dopo  
Utente 432XXX

Iscritto dal 2016
La ringrazio dottore per la risposta. Effettivamente non saprei dirLe nemmeno io cosa intendesse l'ortopedico (purtroppo non trovo il referto). Dopo aver visionato la radiografia mi ha detto che le anche non presentavano alcuna anomalia e non erano presenti segni di artrosi, inoltre, in seguito alla visita e allo scatto che ha udito, mi ha detto che poteva trattarsi di anca a scatto e di procedere con degli antinfiammatori. Tuttavia la situazione negli ultimi mesi è decisamente peggiorata. Vedrò di rivolgermi al più presto ad un ortopedico per approfondire con ulteriori indagini. La ringrazio, Cordiali Saluti.