ansia  
 
Utente 241XXX
Gentili medici

Ho 34 anni, premetto che sono abbastanza ipocondriaco. Da circa quattro anni, forse cinque, rilevo dietro il collo, poco sotto la nuca vicina in termini di posizione al processo mastoideo, ma sotto di esso, non sul cranio, una pallina semidura e piccola (un centimetro o poco più) che sembra sottopelle, ma non è mobile (non si sposta alla digitopressione). Non si arrossa né fa male, sopra di essa ci sono bulbi piliferi dei capelli. La pallina non sembra essersi nemmeno ingrandita in tutto questo tempo, sembra sempre uguale negli anni. A volte non la percepisco chiaramente, altre volte mi sembra invece più "palpabile". Più o meno tre anni e mezzo fa feci un'ecografia per via del morbo di basedow, e l'endocrinologo, su mia richiesta, esaminò con l'ecografo questa pallina, ma mi disse che a suo avviso doveva trattarsi di un linfonodo appena infiammato.

La mia domanda è: è possibile che un linfonodo reattivo rimanga "palpabile" per tutti questi anni? Sono sempre molto in ansia per paura di patologie neoplastiche. Tre anni fa fui operato dietro la schiena per una cisti sebacea che avevo da molti anni e che infine si infiammò e si suppurò. Potrebbe trattarsi anche in questo caso di una cisti sebacea o di un lipoma?

Chiedo scusa per le troppe domande, spero in una vostra cortese risposta che possa tranquillizzarmi.

Cordiali saluti e buone feste.
[#1] dopo  
Dr. Attilio Leotta
24% attività
4% attualità
16% socialità
LAMEZIA TERME (CZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
credo che possa stare tranquillo perchè trattandosi di un linfonodo reattivo non emergono problemi tali da farla stare in ansia.
L'aumento di volume di un linfonodo reattivo difficilmente ritorna alle sue dimensioni iniziali.