Utente 367XXX
Buongiorno, da alcuni anni soffro sporadicamente di dolori alle anche dovuti a coxartrosi bilaterale, diagnosticata con una RX alle anche.
Ne soffro soprattutto dopo lunghe camminate.
Fino al mese scorso praticavo ginnastica in acqua e non avevo disturbi. Ora ho dovuto interrompere per via di una bronchite e ho provato il pilates.
Quando nella posizione supina si tengono sollevate le gambe e si tengono sospese per parecchio tempo, io avverto dolori nella zona alta della coscia intorno all'anca ed ho il seguente dubbio: il pilates è controindicato nel mio caso oppure è utile per rafforzare quelle fasce muscolari che sostengono l'anca?
Vorrei un consiglio per evitare di peggiorare il mio problema, altrimenti ritorno all'acquagym.
Grazie mille per la vostra attenzione e cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Silvio Boer
28% attività
12% attualità
16% socialità
TORRE PELLICE (TO)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
In linea teorica il trattamento Fisioterapico migliore per la coxartrosi è in scarico o comunque in carico lieve o ridotto e si consiglia di evitare la corsa o il sovraccarico con pesi e squat in palestra. In ogni caso sia l'acquagim che il pilates sono ottime pratiche per rinforzare la muscolatura e riequilibrare l'articolazione creando equilibrio tra muscoli estensori e flessori con un corretto controllo della postura. La difficoltà sta sempre nel trovare una corretta professionalità nel seguire il paz da professionisti preparati e qualificati quando si è affetto da patologie. In modo particolare il Pilates deve essere eseguito in strutture e con attrezzi adeguati. Si affidi quindi a personale e centri qualificati indipendentemente se esegue acquagim o Pilates con forse una preferenza X il Pilates eseguito in mani molto esperte. Buon lavoro.
[#2] dopo  
Utente 367XXX

Iscritto dal 2014
grazie mille
buona giornata