massa  
 
Utente 435XXX
Circa 45 giorni fa dal nulla mi e' comparsa una pallina dentro la guancia sinistra lievemente dolente al tatto.
Per prima cosa,pensando a un ascesso mi sono recato dal dentista ma dopo esame radiografica nulla si evinceva.
Quindi mi sono recato dal mio medico di base il quale dopo avermi palpato indice-pollice interno-esterno la guancia mi ha riferito di pensare ad una cisti.
Mi ha assegnato un antibiotico per 7 gg e il problema e' rientrato.
Settimana scorsa mi e' venuta una leggera influenza e cosi dopo antibiotico augmentin compresse la stessa e' passata.
L'altro ieri mattina mi alzo e mi accorgo di un gonfiore interno alla stessa guancia ma spostato piu' al centro tra zigomo e mascella e di dimensioni maggiori,indolente.
Quindi ieri(venerdi) mi sono recato alle 1430 dalla sostituta del mio medico di base in ferie la quale mi ha inviato con richiesta di urgenza a esame ecografico che ho eseguito all'ospedale San Raffaele alle 17 e che qui vi riporto integralmente.

Ecografia parti molli
Valutazione tumefazione guancia sinistra.
A livello della guancia sinistra caudalmente alla regione orbitaria,medialmente ed anteriormente rispetto alla ghiandola parotidea sn che presenta ecostruttura nei limiti,e' riconoscibile area debolmente ipoecogena di circa 2,7cm di lunghezza, scarsamente vascolarizzata,ad ecostruttura solida,con aspetto simil ghiandolare e ecostruttura simile alla ghiandola parotidea sinistra,di non univoca interpretazione(prolungamento anteriore della ghiandola parotidea sinistra? ghiandola salivare anomala?) :
in considerazione della riferita recente comparsa della tumefazione sovradescritta,utile comunque approfondimento mediante esame RM,anche per valutare le regioni retrostanti mal valutabili ecograficamente."

Alla fine della visita vengo indirizzato ad effettuare una risonanza magnetica con liquido di contrasto presso maxillo-facciale.
Sono molto preoccupato,ad oggi (sabato) non si e' ingrossata ulteriormente e ancora non dolente.
Riguardo la visita sopradescritta il dottore mi ha riferito di non aver mai visto un caso simile,ma di star tranquillo perche' parrebbe di natura benigna.
Onestamente non mi e' parso molto convinto....
Gradirei sapere se qualcuno di voi ha assistito a eventi simili , pur consapevole della carenza di informazioni piu dettagliate al riguardo.

Ho circa 40 anni,fumatore e un po sovrappeso.
Nessun disturbo mai avuto se non Psoriasi(va e viene).
Vi ringrazio a prescindere
[#1] dopo  
Dr. Michele Romano
20% attività
12% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2016
Gent.mo utente,
È difficile senza una visita poter fare diagnosi..
Confermo comunque l'indicazione ad eseguire la risonanza magnetica con contrasto.
Aggiungerei anche un agoaspirato con esame citologico, da eseguire ecoguidato se la tumefazione non è palpabile.
Ci tenga aggiornato quando ha gli esami richiesti dal collega.

Dott Romano Michele

[#2] dopo  
Utente 435XXX

Iscritto dal 2017
Grazie per la risposta.
Il gonfiore e' rientrato spontaneamente.
E' anche vero che in concomitanza ho dovuto fare due terapie antibiotiche(augmentin prima e winclar dopo) per due influenze quasi di fila.
Il parere del medico curante e di un amico di famiglia anch'esso medico di base trentennale e' che non sia affatto di natura maligna poiche e' noto che se lo fosse non regredirebbe e anche in virtu della scarsa vascolarizzazione.
Mi hanno percio' fissato risonanza magnetica con liquido di contrasto al 17/3 senza urgenza(legnano).
Non era possibile farla a distanza piu ravvicinata se non a LUGLIO......
Avverto alle volte un leggerissimo fastidio tipo come se si contraesse il nervo facciale ma nessun dolore ne alla palpazione ne altra maniera.
Ho suggerito al mio medico curante di poter
a- fare un nuovo esame ecografico in altra sede per avere due pareri
b- oppure recarmi a consulto da un maxillo facciale con l ecografia gia fatta.
Non mi ha praticamente avallato nessuna delle due.
Che ne pensate?