caldo  
 
Utente 435XXX
Salve , sono richiedere un consulto riguardo il recupero della sensibilita' alla mano.
A metà luglio 2016 mi sono tagliato al polso con una lamiera ferrosa , un taglio
non profondo ma lungo circa 4,5 cm. Sono stato operato per una revisione
chirurgica della ferita per escludere danni a tendini o nervi. Il risultato
e' che non c'era discontinuita' nei nervi o Tendini...
Cmq subito dopo l'operazione c'era una perdita' di sensibilita' al
palmo del pollice , lato interno del dito medio e lato interno contrapposto
dell anulare. Nel foglio di dimissione non mi hanno prescritto nessun controllo
solo l' uso di una pomata RILASTIL da applicare sulla cicatrice (che uso ancora tutt'ora)
Nell' arco dei mesi c'e' stato prima un recupero della sensibilita' tattile , poi seguito
dal ritorno della sensazione al caldo o al freddo , che non si limita alla zona di contatto
ma si estende lungo tutto il dito .
Ad oggi sono 7 mesi dalla data dell' infortunio , un certo miglioramento c'e' stato
ma ancora il recupero della sensibilita' e della percezione non sono complete...
e c'e' una sensazione di dita anestetizzata o di gonfiore..
La mia domanda e' se secondo la vostra esperienza c'e' ancora possibilita'
di ulteriore recupero o si necessitano approfondimenti ,

Ringrazio cordialmente

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

difficile che dopo 7 mesi ci sia un recupero spontaneo della sensibilità: il tempo trascorso è più che sufficiente.

Va esclusa una compressione del nervo mediano su base cicatriziale (ab-estrinseco): se fosse confermata, va liberato chirurgicamente (neurolisi).

Buona giornata.
[#2] dopo  
Utente 435XXX

Iscritto dal 2017
Grazie dottore per la sua risposta,
Provvedero' a richiedere una visita di controllo
Ho sbagliato a conteggiare i mesi che sono piu'
o meno 5 e mezzo dalla revisione chirurgica della ferita;
Le chiedo un ultima cosa nel caso non ci fosse questa compressione , non rimane altro da fare ?
Nella mia "ignoranza" pensavo che se non c'erano
interruzzioni del nervo riscontrate nell 'operazione
si potesse pensare ad un recupero pressoche' completo.

Cordiali Saluti
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Purtroppo i nervi sono "strani" e complessi: la cicatrice che talvolta si forma intorno ad essi può strozzarli, irritarli, creando molti disturbi a valle.
[#4] dopo  
Utente 435XXX

Iscritto dal 2017
Grazie dell'ulteriore risposta.Aggiornero' con eventuali sviluppi.
Cordiali Saluti
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
OK.