Utente 113XXX
egregi signori medici, volevo solo togliermi una curiosità: tempo fa ho provato a tenere per la prima volta il pene a glande scoperto nei boxer per un bel pò di tempo(in condizioni normali il glande è perennemente coperto dalla pelle del prepuzio, anke se manualmente riesco a scoprire la testa del pene sia in stato flaccido ke in erezione)..tutto questo cn lo scopo di far diminuire l'ipersensibilità del mio glande (provocata, penso, dal fatto ke fino ad allora il glande nn era mai "uscito fuori" dal prepuzio) facendolo stare a stretto contatto cn l'indumento intimo, magari stringendo un po' i denti per un "fastidio" sopportabilissimo..insomma, dopo un paio d'ore di convivenza "forzata" del glande cn l'indumento intimo (e una progressiva scomparsa di quelle sensazioni di cui sopra) mi accorsi ke la pelle del prepuzio - arrotolata sotto la cappella -stava subendo un vistoso gonfiore..quasi una piccola vescica..al kè ebbi un pò di paura e ricoprii immediatamente il glande...per la verità dopo un pò di tempo (accurata igiene e masturbazione a glande scoperto) ho perso questa ipersensibilità anke se , comunque, il glande in condizioni normali è sempre ricoperto dal prepuzio...alla luce di tutto ciò ke ho scritto, secondo voi, a cosa poteva essere dovuta quella piccola "vesciketta" ke si era formata sulla pelle del prepuzio?..mi scuso per il dilungamento e vi ringrazio in anticipo!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Caro lettore 11322,

domanda non semplice da risolvere !
Potrebbe essre il risultato di una condizione di fimosi magari
si faccia vedere dal suo medico
cari saluti
[#2] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
non conviene "giocare" con il prepuzio :o)
Ha rischiato una parafimosi. In pratica quell'orletto di cute che si era formato sotto la corona del glande, poteva stringere a tal punto e divenire così gonfia da impedire il riposizionamento della cute sulla testa del pene. A quel punto sarrebe dovuto andare al Pronto Soccorso e si sarebbe ritrovato una incisione chirurgica su quella cute gonfia.
Mi creda, non conviene.
Semmai, consideri l'ipotesi di una visita Specialistica chirurgica per valutare la reale assenza di condizione fimotica.
Affettuosi auguri e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#3] dopo  
Utente 113XXX

Iscritto dal 2006
Grazie mille per le risposte e mi complimento con voi per l'efficienza del forum!
Solo un ulteriore domanda, se è possibile, per il prof. Martino: alla luce della mia condizione (glande perennemente coperto dalla pelle del prepuzio), a lungo andare potrebbe sopraggiungere un infezione ?..anche perchè, da ciò che ho potuto capire, un'accurata igiene intima potrebbe essere un'arma a "doppio taglio"..la ringrazio ancora!
[#4] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
dobbiamo chiarire una cosa.
Se ho ben capito, il Suo prepuzio scorre facilmente sulla testa del pene e lo scopre, e questo sia a riposo che ad organo eretto. Ovviamente quando Lei pratica la Sua normale igiene quotidiana, il glande può, anzi deve, essere scoperto e deterso. Questo è sufficiente. Non occorre accanirsi. Certo, particolare attenzione va posta all'igiene sessuale.
Queste pratiche sono in grado di preservare la zona da possibili infezioni. In altri termini, un glande normalmente coperto da prepuzio non rischia fenomeni flogistici più di un glande libero sempre. Ripeto, normalmente ricoperto e da prepuzio "normale".
Credo comunque che una visita medica Le potrebbe fornire ulteriori dati e potrebbe levarLe altri dubbi.
Auguri affettuosi e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#5] dopo  
Utente 113XXX

Iscritto dal 2006
Gentile professore, su un altro forum ho letto il seguente post: "Avevo anch'io la fimosi ed ero andato in ospedale per l'operazione ma non l'ho fatta per una serie di ritardi nella sala operatoria e sono andato via. Risultato, quando ho cominciato ad avere rapporti con la mia ragazza, il suo stesso lubrificante naturale ha così ammorbidito la pelle del prepuzio che la fimosi si è curata da sola e ora si scopre tranquillamente.
Il problema è che siccome si usa spesso il preservativo, il pene non viene lubrificato tanto da poterlo inserire scoperto e così il problema ritoena quando capita di farlo senza.
Consiglio: Prendi dell'olio di mandorle in erboristeria o farmacia , lubrifica il pene per bene e, nella vasca da bagno ben calda, ogni tanto tiraci un colpettino, vedrai che ti sorprenderà." Alla luce di quanto si è detto e di quanto si è discusso sul problema "fimosi", secondo lei potrebbe essere attendibile una soluzione del genere?
[#6] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
non lo è! :o)
Chi è riuscito in quello che Lei dice....semplicemente NON aveva una fimosi.
Auguri affettuosi e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO