dente  
 
Utente 436XXX
Buonasera, in data 27 dicembre 2016, dopo forte dolore al dente del giudizio inferiore destro (semi incluso) mi sono recata dal dentista per un controllo. Dopo panoramica mi hanno diagnosticato un infezione e mi è stato detto di prendere l'antibiotico (amoxicillina) per una settimana. Entro i 15 giorni dalla visita avrei dovuto effettuare l'estrazione ma l'appuntamento mi è stato dato dopo 1 mese (27 gennaio 2017). Tengo a precisare che questo mi era stato detto dal medico, ma in fase di prenotazione, dove io ho riportato quanto detto, l'appuntamento mi è stato pposticipato. Senza nessuna altro accertamento è stata avviata la procedura di estrazione e nonostante anestesia e un piccolo taglio per facilitare l'operazione il dolore era insopportabile. Quindi il dentista ha dovuto sospendere l'estrazione (dopo un ora di tortura) per sospetta nuova infezione. Quindi dopo aver messo 3 punti sono stata rimandata a casa con ulteriore ciclo antibiotico. Come specificato al medico, sono in allattamento. Vorrei sapere se questo può capitare normalmente, oppure se è imputabile qualche mancanza allo studio. Questo per capire se procedere con un ulteriore tentativo nello stesso studio o se rivolgermi ad un altro professionista. Grazie.
[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio
28% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
L'estrazione del dente del giudizio è una procedura chirurgica a volte complessa in base alla posizione del dente,ma routinaria in mani esperte.Mi pare strano che un'anestesia tronculare che le avranno sicuramente praticato,non abbia addormentato il sito da operare.
Non comprendo l'ulteriore ciclo di antibiotico in assenza di infezioni in atto documentate .
Consulti eventualmente un collega esperto in Chirurgia Orale e se crede mi tenga informato
Cordiali Saluti