cisti  
 
Utente 438XXX
buonasera dottori, volevo chiedervi un parare a proposito,vi spiego la mia situazione.premetto che da circa 5 anni soffro di esofagite e gastrite cronica che però no mi ha mai dato dei grossi problemi a parte qualche bruciore di stomaco quando esagero col cibo o caffè o ,ma comunque raramente,
Da un paio di mesi invece soffro di gonfiore addominale, diarrea frequente 6-7 volte al giorno con sensazione di nausea e prurito anale.
appena mangio o bevo qualcosa dopo poco devo andare in bagno,la cosa mi da molto fastidio!ho fato diversi esami tra cui emocromo,ricerca parassitaria,breath test per scongiurare la presenza di helicobacter, test di intolleranze alimentari ma tutto nella norma tranne le feci che rivelano la presenza di questi 2 ameba.
il mio medico mi ha un po allarmato su questi 2 parassiti e mi ha prescritto una visita infettivologica, circa 3 settimane fa ho fatto la visita specialistica,e vi scrivo di seguito cosa mi è stato detto:
valutazione conclusiva:
all'esame coproparassitologico riscontro parassiti da considerarsi non patogeni; pertanto come tali non necessitano di trattamento se ricomparsa dei sintomi ,utile approfondimento diagnostico in altro senso es:colonscopia.
attualmente il mio medico mi sta facendo fare una cura per lesofagite e la gastrite con pantorc 20 mg e aroè gel.
ma la situazione non è cambiata continuo ad avere gli stessi problemi descritti all'inizio.
La mia domanda ora è;secondo voi è utile un ulteriore visita infetivologica oppure questi parassiti non vanno trattati in nessun modo come mi ha detto la dottoressa?
Chiedo scusa se mi dono dilungato un po troppo.grazie in anticipo e buona serata.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
11/02/2017
http://www.medicitalia.it/consulti/archivio/554404-positivita_a_cisti_di_endolimax_nana_blactocystis_hominis.html

Le sono state forniti ampi chiarimenti sui patogeni di cui riferisce e sulla terapia.
Che lei continui con pervicacia a chiedere che cosa deve fare, avendo dei medici non telematici a disposizione, è fuori di ogni razionalità.
Perciò, onde evitare di segnalarla allo Staff e farle bannare l'IP, eviti di insistere con questo consulto e ascolti il parere di chi l'ha in cura.
Noi il nostro parere l'abbiamo già fornito.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2017
Buongiorno dottore.
francamente non capisco la sua risposta,forse mi sono spiegato male, l'altra volta ho chiesto cosa fossero questi 2 parassiti, e lei gentilmente me lo ha spiegato dicendomi che uno di questi è un ameba patogeno e come tale va curato, vede io ho fatto la visita specialistica e il dottore mi ha detto l'esatto opposto di quello che mi ha detto lei capisce?cioè che non sono patogeni e non vanno curati,inutile che lei mi risponda con tono scocciato soltanto perché insisto sul trovare una risposta.E poi ci tengo a precisare che non sono in cura con nessuno specialista, ho solo fatto una visita durata 15 minuti, che tra l'altro sto seguendo,perchè non mi ha prescritto nessun farmaco,forse ha capito male lei!cosa dovrei fare secondo lei?pagare altri 100 euro per sentirmi dire la stessa cosa?intanto chi sta male sono io.
Molte volte voi medici non fate altro che confondere le idee.
mi permetta di dirle che se il mio consulto la infastidisce così tanto, vada oltre non deve necessariamente rispondermi.Comunque se crede che il mio consulto vada segnalato soltanto perché ho chiesto 2 volte lo faccia pure, la situazione sarà uguale a quella attuale,niente sapevo e niente so!
grazie infinite illustrissimo dottore.......
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Illustrissimo Utente,
si faccia prescrivere il Metronidazolo o il Tinidazolo dal curante e si cui la sua Protozoariasi.
Questo le ho detto e questo le ripeto.
Che cosa vorrebbe capire se un medico in carne ed ossa a cui ha pagato cento EUR le ha detto che non deve fare nessuna cura?
Non possiamo certo indirizzarla Noi da MI+ su ciò che deve fare: nè possiamo dirle più di quello che, in scienza e coscienza, le abbiamo detto in abbondanza in risposta al precedente quesito.
Non so e non mi interessa chi le confonda le idee: io le ho ben chiare.
Vada in una Infettivologia Ospedaliera e senta un Parassitologo.
Con ciò il consulto termina.
Saluti,
Dott. Caldarola.