Utente 202XXX
Salve vi chiedo informazioni riguardanti i miei esami del sangue , ed in particolare i tre valori alternati :
colesterolo 221 ( consigliato max 200 )
acido urico 7,5 ( di fronte ai consigliati sotto i 7,2 )
e le proteine nelle urine 20 ( di fronte consigliati 0-10 )

Ho controllato in giro e ho notato che è più importante il rapporto tra colesterolo tot / hdl e se sotto al valore di 5 è un valore accettabile .
Mentre per l'acido urico posso capirlo visto che ho passato un periodo dove ho mangiato grosse quantità di pollo ( il giorno prima dell'esame , durante la grigliata , e durante tutta la giornata avrò mangiato quasi 1 kg di pollo, tuttavia è stato una alimentazione anomala per me ) .
Mentre la cosa che mi ha lasciato perplesso è il valore elevato delle proteine nelle urine ??
Come mi devo comportare e di che cosa si potrebbe trattare ?

Vi ringrazio del tempo dedicatomi
Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
dalla sua storia clinica verifico che lei è un iperteso.
Che la sua ipertensione sia legata o meno all'ansia ai suoi organi bersaglio interessa nulla: quindi lei necessita di accertare con un Holter Pressorio di 24H (ABPM) come sia la curva pressoria durante la giornata, in cui non vive sonnecchiando ma si espone a stress, e da questo esame trarre le conclusioni se sia necessaria una terapia antiipertensiva che potrebbe includere anche un beta bloccante di ultima generazione, come il Lobivon.
La proteinuria potrebbe essere già il segno di un danno renale da ipertensione: perciò va rivalutata con un esame delle urine nuovo possibilmente non dopo avere mangiato 1 kg di pollo.
Lei è anche sovrappeso e questo aggrava il controllo del suo quadro lipidico che è alterato: in quanto all'uricemia deve essere ripetuta anche essa e se risulti confermata per il momento l'dratazione con almeno 2 litri di acqua nelle 24h è preferibile all'allopurinolo che è nefrotossico.
Infine veda di abolire la sedentarietà: basta una passeggiata di un'ora al giorno a passo svelto associata a una dieta con meno introito calorico.
Programmi anche un Ecocardiogramma color doppler e un test da sforzo massimale al cicloergometro o al tapis roulant per evidenziare una eventuale ischemia inducibile.
Tra un mese rifaccia il quadro lipidico che se non è migliorato necessiterà di una terapia farmacologica con una statina di ultima generazione.
Le faccio presente che la terapia con beta litici può entrare anche nel trattamento del DAP, poichè la beta lisi pur non intervenendo sui neurotrasmettitori cerebrali attenua i sintomi somatici dell'attacco di panico.
Quindi è anche indicata nell'ansia, contrariamente a quello che le è stato frettolosamente detto.Tanto più che i nuovi beta bloccanti sono amici del cuore e possono essere assunti per lunghissimi periodi.
Spero di essere stato chiaro.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 202XXX

Iscritto dal 2011
Allora innanzi tutto la ringrazio della risposta estremamente esaustiva e le volevo chiedere un paio di domande :

1) Ma la proteinuria innalzata è un valore che indica sempre un danno ai reni , oppure indica anche altre cose ?

2) Dopo quanto dovrei ripetere l'uricemeria e puo' essere un valore alterato in quanto ho mangiato troppe proteine ?

3)Io ho eseguito circa un anno e mezzo fa un eco cardiogramma sotto sforzo ( ed è risultato tutto normale ) , mentre ho eseguito elettrocardiogramma e ecocardiogramma neanche un mese fa , ed il cardiologo mi ha riferito che i miei valori sono rimasti inalterati rispetto alle misurazioni precedenti ( elettro ed eco fati anche essi circa un anno e mezzo fa ed è risultato tutto normale ) ... La mia domanda è : è necessario che faccia di nuovo l'elettrocardiogramma sotto sforzo ?

4 ) Il mio valore di colesterolo innalzato , anche se non di tanto , è un valore preoccupante ? E poi informandomi , è adatto avere un rapporto ottimale col tot / col hdl , e se questo valore si trova in un range sotto il valore nominale di 5 ( io nel mio caso praticamente 4 ) non corro rischi .... Se lei mi dice che ho neccesario bisogno di statine se questo valore non si abbassa , allora la precedente formula non è da considerarsi attendibile ?

5) nel caso mi si riscontrassero una ipertensione , e cominciassi con betabloccanti , dovrei continuarli per tutta la vita ?

Inoltre le volevo informare che ho ricominciato l'allenamento , per adesso con solo 1 h di camminata giornaliera , mentre per l'ansia mi si è praticamente del tutto attenuata ( considerando che mi sono tranquilizzato dopo la visita del , ahime , ennisima visita cardiologica )

Nel frattempo faccio vedere il risultato alla dottoressa e oggi mi faccio fissare l'holter pressorio 24 h

Per adesso le ringrazio del tempo che dedicherà alla risposta dei miei quesiti
Un saluto
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve.
1) la Proteinuria se occasionale può non avere rilevanza clinica.
Se persistente va considerata come indice di danno renale salvo prova del contrario.
2) Le ho detto di ripetere tutti gli esami tra un mese.
3) Mi posti il referto dell'ecocardiogramma se vuole: di quello più recente. Io mi baso su dati non su riferimenti non scritti. Se vuole posti anche lo sforzo fatto un anno e mezzo fa.
4) La formula a cui si riferisce lei non la mette al riparo da una ateromasia dei distretti ad alta pressione di perfusione: sono formulette statistiche e lei non è un numero di un trial clinico.
5) Veda prima se è iperteso: se lo è la terapia va continuata per tutta la vita come fanno milioni di persone.

Ci risentiamo quando avrà notizie da trasmettermi.
Carissimi saluti,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 202XXX

Iscritto dal 2011
Allora come da lei richiesto le aggiungo i dati risultati dalla ecografia fatta il 24/01/17 :

B MODE - VOLUME S ( SI-S)
AAS 4C S : 12.71 cm2
LAS(S) : 4.30 cm
VAS(S) : 30,5 ml
IV SIS AS : 12.6 ML/M2

M MODE - VENTRICOLO SINISTRO
DVD DIA :2.00 cm
PP DIA : 0.82 cm
PP SIS : 1.73 cm
ISPES SET 40 %
SIV DIA 1.14 cm
SIV SIS 1.59 cm
FE 72 %
ISPES PP: 111%
DVS DIA : 4,95 cm
DVS SIS : 2,91 cm
FRAZ ACC : 41 %
MASSA VS : 203 g

AORTA/ATRIO SINISTRO
DIAM AO: 3.27 cm
AS : 3,86 cm
AS/DIAM A : 1.18

Osservazioni
Ventricolo sinistro : volumi normali , spessori delle pareti normali , funzione sistolica normale
atro sinistro : dimensioni normali
valvola aorta : lembi normali . rigurgito assente
valvola mitrale : lembi normali . rigurgito assente
ventricolo destro : dimensioni , morfologia e funzione nella norma
atrio destro: dimensioni normali
valvola tricuspide : normale , rigurgito assente
conclusioni : reperti ecocardiografici ed ecodoppler nei limiti di norma .

Questo è il risultato dell'esame ecocardiografico , mentre per l'esame sotto sforzo non cè l'ho sottomano , in quanto l'esame è stato eseguito dai funzionari dell'ospedale , quando sono stato ricoverato in cardiologia ( per sbalzo pressorio da attacco di panico , sono stato circa 5 giorni e li mi hanno fatto tutti gli esami eco , elettrocardiogramma , elettrocardiogramma sotto sforzo , telemetria per tutta la degenza , e controllo pressorio mattino e sera , oltre una sfilza di esami del sangue .... e dopo tutti gli esami mi hanno lasciato dall'ospedale dicendomi che era tutto apposto consigliandomi di dimagrire e di smettere di fumare ..... ho smesso di fumare da circa 9 mesi ( da oltre 2 pacchetti ) pero' sono ingrassato di circa 10 chili , cosa che nel ultimo periodo sto cercando di ridurre )

Comunque l'ansia mi viene solo da problemi di salute e sopratutto sono molto suscettibile riguardo a qualsiasi cosa riguardante ad esso .... per esempio il solo fatto di andare a prendere l'esame del sangue mi ha innalzato la pressione ( cosa che io riconosco da un temporaneo sensazione di calore in testa ) mentre se non faccio nessun tipo di esame sono quasi sempre "apposto" ( anche se ovviamente è tutto da controllare con un holter pressorio ) .

Per quanto riguarda l'esame eco , esso è rimasto invariato rispetto all'esame eseguito al ospedale ( cosa riferitami dal dottore a voce ) ...

Aspetto una sua risposta
Cordiali Saluti
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Da quello che leggo lei ha un eco normale.
E' evidente che la FE è sovrastimata ma non è stata riportata nelle conclusioni.
Per il resto devo fidarmi di quello che dice lei, sullo sforzo.
Faccia al più presto l'holter pressorio e vedremo se è iperteso o no.
Cari saluti.
Dott. Caldarola.