Utente 385XXX
Gentili Dottori,
sono reduce da qualche mese di una mentoplastica riduttiva e di simmetrizzazione non andata a buon fine, come da diagnosi medica.Si tratta di un completamento rispetto ad un intervento di osteotomia bimascellare di qualche anno fa.Verrà quindi effettuata una mentoplastica di revisione.So che per il prossimo intervento ci si baserà su OPT,Rx L-L,Rx antero-posteriore nonché che verranno effettuate misure al computer.Ora mi chiedo se per ' misure al computer ' si intenda parlare di cefalometria.E' così? Si tratta della cefalometria? O si tratta di altre misure? Avrò quindi la sicurezza che i problemi purtroppo rimasti a livello di mento verranno questa volta affrontati nella maniera più idonea possibile? In una parola posso stare tranquilla? Per la prima mentoplastica non venne effettuata nessuna lastra ne' quindi misure al computer.Ci si baso' su lastre di 2 anni prima. Con questo mi spiego il fallimento parziale della prima mentoplastica.Vi sarei molto grata Dottori se qualcuno di voi rispondesse alla mia domanda.Purtroppo i medici a volte parlano tra di loro...ma sono una paziente curiosissima.Cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Salve,
mi meraviglio che nel precedente intervento non siano stati eseguiti gli esami di prammatica per la patologia descritta.
Routinariamente gli esami radiografici comprendono una CBCT
del cranio e massiccio facciale ( per ottenere immagini tridimensionali) oltre le lastre che le sono state prescritte.
Sul Telecranio viene poi eseguito un esame cefalometrico computerizzato per valutare determinati report utili al chirurgo.
Esistono anche software per programmare e simulare gli interventi Maxillo e visualizzare il risultato,da mostrare al paziente stesso ,prima di essere operato.
Ne parli col Chirurgo che la segue.
Avendo inoltre letto i consulti richiesti in passato (ex 3a classe open bite) mi viene da chiederle se non soffra per caso di disturbi all'Articolazione Temporo Mandibolare che si manifestano con click/rumori articolari,dolori articolari / muscolari,blocchi ,alterata cinematica mandibolare,cefalea,cervicalgia,acufeni,vertigini,disordini posturali,ecc.
Le dico questo perché se ha un Disordine Cranio Cervico Mandibolare ( e nelle terze classi può
verificarsi) va trattato gnatologicamente prima della chirurgia.
Cordiali Saluti
[#2] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Gente. mo Dottor De Socio,
La ringrazio molo per la risposta.Premetto che adesso non sono piu' una terza classe perche' sono gia' stata operata anni fa.E' rimasto il problema del mento come scritto precedentemente.Anch'io mi chiedo perché non siano stati eseguiti esami in procinto della mentoplastica....sono rimasta basita quando ho scoperto che non era riuscita bene. ..sarebbe troppo lunga da spiegare ma sono in ottime mani ( in un ospedale dove non sbagliano di solito mai ) e questa 'superficialità ' mi ha stupita negativamente.Avrei un'altra domanda da porle Dottore.Spero non sia di disturbo.Cos'è la CBCT? E' la tac del cranio forse? Anch'io da paziente preferirei visto il fallimento precedente.Naturalmente non potrò chiedere questo esame ai miei medici perche' sono loro a decidere anche se sono d'accordo con lei che il problema del mento sia tridimensionale. In seguito alla mentoplastica mi sono ritrovata con un mento ancora più storto di prima e labbra tutte pendenti da un lato e molto disarmoniche.....perdo adirittura saliva da un lato perche' il labbro non si chiude.Esteticamente ho avuto un peggioramento importante...Dimenticavo: nessun problema all'ATM per fortuna.Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
La Cone Beam 3D è una tecnica radiologica di scansione tomografica utilizzata per acquisire dati e immagini di uno specifico volume del massiccio facciale o del cranio. Grazie a specifici e potenti software di elaborazione, questa tecnica offre immagini diagnostiche sui tre piani dello spazio e Volume Rendering (cioè immagini volumetriche), esponendo il paziente a dosi radianti bassissime.Ne parli col suo Chirurgo.......
Buona Giornata
[#4] dopo  
Utente 385XXX

Iscritto dal 2015
Grazie molte per il consiglio Dr.De Socio.Mi sa che proverò a parlarne col chirurgo...non vorrei sbagliare un 'altra volta sul mio viso...Cordiali saluti