Utente 912XXX
Ho 31 anni ed ho eseguito uno spermiogramma di controllo dopo 8 mesi di tentativi di concepimento. Mia moglie ha 32 anni ed anche lei sta eseguendo dei controlli.
Risultati:
esame macroscopico
-astinenza 4gg
- volume 1,5 ml; fluidificazione regolare; viscosità normale; ph 7,6;

esame microscopico
- numero (per ml) 46.800.000
- Motilità dopo 60 minuti: rapidamente progressivi 9%; debolmente progressivi 12%; mobili in situ 18%; immobili 61%;
- morfologia: spermatozoi normali 20%;atipie della testa 36%; atipie della coda 14%;spermatozoi amorfi 30%
- leucociti assenti; emazie assenti; cellule epiteliali assenti;agglutinazioni assenti; spermatozoi mobili per eiaculato (a 60') 46.800.000;
studio biochimico del plasma seminale:
- acido citrico 450 mg/dl; fruttosio 172; zinco 16.2

Sono andato per la prima volta da un urologo: ho eseguito un ecodoppler per sospetto varicocele di primo grado e le analisi ormonali. Risultati: è stato riscontrato un varicocele di primo grado e gli esami ormonali sono normali.
L'urologo ci ha consigliato l'intervento, ma noi, leggendo anche alcuni pareri nel forum, non siamo poi così sicuri di farlo.
Domande:
- sarebbe meglio prima eseguire di nuovo uno spermiogramma, per confermare al situazione?
- l'intervento è veramente necessario o posso provare a seguire una terapia medica per poter aumentare almeno la motilità?
- con mia moglie abbiamo pensato almeno di attendere i risultati dei suoi controlli, prima di farmi operare, anche perchè lei in passato ha avuto problemi di endometriosi, lei che ne pensa?

grazie in anticipo per il consulto

cordiali saluti
Jerry
-

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr.ssa Rossella Radice
24% attività
0% attualità
12% socialità
COMO (CO)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
Avete agito con saggezza, un intervento correttivo di un varicocele di I grado non determina sostanziali cambiamenti dello spermiogramma; sono d'accordo con la terapia medica e gli approfondimenti che sta facendo sua moglie. Provate ad usare il metodo Persona, che permette di identificare in modo preciso il periodo dell'ovulazione nella donna. Tanti auguri!
[#2] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Chiedo scusa della intromissione e del disaccordo con la collega, ma la medicina è bella per quello. OK per non intervenire chirurgicamente. E ok per ulteriore spermiogramma.
I rapporti programmati non sono granchè per la fertilità e personalmente non li ho mai indicati. I rappoorti programmati diminuiscono l' intensità orgasmica e quindi il volume dell' eiaculato ed i movimenti di aspirazione dell' utero. Da tenere anche presente che la programmazione può determinare qualche scompenso nella coppia.
Una terapia medica male non le fa si consulti con il suo urologo dopo l' lteriore spermiogramma.
[#3] dopo  
Utente 912XXX

Iscritto dal 2008
Vi ringrazio per le vs risposte così celeri.
Nei prossimi giorni rifaremo lo spermiogramma.
Siamo stati da un altro urologo per un ulteriore consulto e ci ha detto che l'intervento lo farebbe comunque,anche se si tratta di un varicocele di primo grado (al testicolo six), perché la terapia medica con la presenza di un varicocele non è efficace e quindi, secondo lui, sarebbe meglio operare e poi fare la terapia medica.
Vorrei avere un vs parere rispetto a quanto affermato dal vs collega sull'efficacia della terapia medica in presenza di varicocele.
Siamo preoccupati, inoltre, del fatto che a volte dopo l'intervento i valori dello spermiogramma possono peggiorare: quando succede, tale peggioramento è una conseguenza dell'intervento oppure è un aggravamento naturale della situazione?
grazie ancora per la vs disponibilità.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
mi sembra che abbia le idee un pò confuse . Un'intevento per correggere un varicocele non porta mai, quando fatto secondo le corrette modalità indicate, ad un peggioramento dei parametri del liquido seminale, alla peggio tutto rimane come prima dell'intervento.
Se desidera comunque avere più notizie ed informazioni su questi temi potrebbe essere utile leggere il facile manuale, scritto dalla dra Elisabetta Chelo, "Quando i figli non arrivano", CIC edizioni internazionali, Roma, oppure il bel libro di Pier Luigi Righetti e Serena Luisi "La procreazione assistita" Bollati Boringhieri editore srl, Torino. Un altro consiglio infine ,se vuole confrontarsi e conoscere altre situazioni o coppie con un problema a riprodursi come il vostro, è quello di consultare il nuovo forum sull'Infertilità a www.madreprovetta.org. , sito ufficiale dell’Associazione onlus “Madre Provetta”.

Auguri ed ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#5] dopo  
Utente 912XXX

Iscritto dal 2008
Gent.mo dott.Beretta
la ringrazio per averci chiarito il dubbio sul peggioramento dello spermiogramma.
Le chiedo un parere anche riguardo a quanto affermato da un suo collega urologo: come può leggere sopra, un altro urologo (oltre al primo che abbiamo consultato), ci ha consigliato di fare l'intervento del varicocele di primo grado (testicolo six)perché secondo lui, la terapia medica fatta in presenza del varicocele, non è efficace.
Domande:
-lei opererebbe un varicocele di primo grado?
-la terapia medica è efficace anche senza intervenire sul varicocele?
grazie in anticipo per la disponibilità
Jerry
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
sono domande che hanno una risposta corretta e precisa solo se fosse possibile valutare la vostra complessa situazione clinica in diretta e quindi raccogliere tutta la vostra storia clinica per bene ed in modo completo.
Solo in questo modo si può passare poi a dare eventuali "giudizi" od altre indicazioni diagnostiche (per meglio precisare il problema) ed infine terapeutiche. Senza la tappa fondamentale, prima menzionata, è impossibile darvi altre indicazioni più precise.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#7] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Chiedo scusa,
ma peggioramenti del liquido seminale sono stati segnalati occasionalmente dopo interventi di varicocelectomia e possono rappresentare la sequela di un errore chirugico. Se il I grado è un grado ecodoppler assolutamente no da operare, se è un grado clinico: discutiamone: io sono per il no. La terapia medica invece si appunto nei piccoli varicoceli.
In ogni caso, tanto per fare il ficcanaso, mi pare che manchino i dati fondamentali per dare almeno una indicazione di prognosi dopo intervento, vale a dire gli esami ormonali.
[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
comunque a questo punto, se ha qualche dubbio sulle indicazioni ricevute, potrebbe essere utile eventualmente anche avere un'altro parere sempre però espresso da un collega che può valutare la sua situazione clinica in diretta.
Auguri ed ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#9] dopo  
Utente 912XXX

Iscritto dal 2008
Ho avuto oggi le risposte del secondo spermiogramma, eseguito a distanza di circa 2 mesi dal precedente e presso lo stesso ospedale:
- astinenza 4 gg;
- esame macroscopico: volume 1.0 ml; fluidificazione regolare; viscosità normale; ph 7.8
- numero per ml 40.400.000
- motilità: rapidamente progressivi 10%; debolmente progressivi 7%; mobili in situ 14%; immobili 69%
- morfologia: normali 28%; atipie della testa 42%; atipie della coda 10%; amorfi 20%.
- leucociti assenti; emazie assenti; cellule epiteli assenti; agglutinazioni assenti
- spermatozoi mobili per eiaculato (a 60'): 6.868.000
-acido citrico 320 mg/dl; fruttosio 164 mg/dl; zinco 9.3 mg/dl;

ESAMI ORMONALI:
- fsh 4.6 (riferimento da 1.5 a 14.0)
- lh 3.4 (riferimento da 1.5 a 14.0)
- testosterone 3.81 (riferimento da 2.5 a 9.00).

quesiti:
-vorrei sapere se il secondo spermiogramma, conferma la situazione del primo (vedi dati comunicati inizialmente);
- gli spermatozoi mobili per eiaculato sono molto più bassi rispetto al precedente (6.868.000 contro 46.800.000 del primo), cosa significa?
- E' vero che la terapia medica non funziona in presenza di un varicocele di primo grado?

grazie in anticipo per le vs risposte.

P.s. Mia moglie ha effettuato i controlli ed è tutto a posto, comprese le tube che sono aperte.
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

forse mi è sfuggito qualche particolare ma i 46.800.000 di spermatozoi del primo esame non sono tutti mobili.

Il confronto va fatto tra questi e i 40.400.000 del secondo esame da lei fatto.

Sulle terapie farmacologiche poi in presanza di un varicocele bisogna sempre risentire il suo andrologo.
E'questo ancora un terreno di vivo dibattito tra gli specialisti e quindi la decisione deve sempre essere presa da cui ha potuto valutare in modo diretto tutta la sua situazione clinica.

Auguri ed ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#11] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,prima di definire una coppia infertile o subfertile,deve trascorrere perlomeno un anno di rapporti non protetti,mirati o meno che siano...Ho la sensazione che,come spesso accade,il timore di non farcela possa influenzare le strategie terapeutiche.Buon Natale (che significa nascita...)
[#12] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

anch'io mi unisco agli auguri fatti del collega Izzo.

Ultimo consiglio poi, se desidera avere ulteriori informazioni più precise sulla “complessità”, che accompagna una infertilità di coppia, può trovarle anche nell’articolo pubblicato dalla collega Chelo sul nostro sito e visibile all’indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=52214.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com