Utente 184XXX
Buongiorno,

scrivo perchè ad agosto ho avuto un grave incidente in seguito al quale ho trascorso 3 mesi a letto all'ospedale di 40 giorni circa di coma farmacologico, nessun trauma diretto alle mani.

Dopo il risveglio ho sentito per vari mesi entrambe le mani come intorpidite e mi dicevano che era normale e che serviva del tempo. A gennaio ho ripreso il lavoro (sono un'impiegata) e dopo un pò di tempo la mano destra è tornata "normale" (mano dominante) mentre alla sinistra ho cominciato ad avere un forte dolore alla base del pollice e lo sento come se mi si incastrasse e poi si sblocca facendo uno "scatto" doloroso, il problema si presenta soprattutto al mattino.

Sono stata più volte dal medico di base che mi ha prescritto antidolorifici, argilla, voltaren ma nulla....

In data odierna ho eseguito un'ecografia di cui riporto l'esito:

l'indagine ha evidenziato un ispessimento del tendine dell'abduttore del I dito con alone ipoanecogeno come da versamento all'interno della guaina riferibile a tenosinovite.

La mia domanda è: a cosa può essere dovuta questa patologia? Al trauma o ad altro (ricordo che la mano dominante è la destra e sono un'impiegata)? E quali possono essere le cure.

Andrò ovviamente dal medico ma vorrei farmi un'idea.

Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

si tratta di una patologia comune e di semplice risoluzione: di norma è sufficiente un'infiltrazione locale di cortisone.

Se tende a recidivare si opera (l'intervento dura 1 minuto).

Buona serata.
[#2] dopo  
Utente 184XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Dottore la ringrazio molto, mi sa dire quale potrebbe essere la causa e se può essere ricollegabile al trauma?
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Non credo al trauma; probabilmente all'immobilità prolungata del dito (su una base di predisposizione costituzionale).
[#4] dopo  
Utente 184XXX

Iscritto dal 2010
Buongiorno Dottore,

le scrivo nuovamente perchè il mio medico mi ha prescritto come terapia gli ultrasuoni con artosilene.

Per il momento benefici nessuno... ma la terapista dice che si cominceranno a vedere dopo 3 settimane dalla fine del trattamento.

Cosa ne pensa?
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
?????

Ci credo poco.....
[#6] dopo  
Utente 184XXX

Iscritto dal 2010
Grazie di cuore Dottore, visti i suoi consigli e visto che ieri non ne potevo più dal male mi sono recata al ps dove mi hanno fatto due infiltrazioni di cortisone e il medico mi ha detto di fare un'ulteriore visita perchè secondo lui sarà necessario interventino... le chiedo solo una cosa dopo quanto dovrebbero fare effetto queste infiltrazioni? Oggi sto peggio di ieri...
[#7] dopo  
Dr. Lorenzo Rocchi
24% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Nella mia esperienza, le infiltrazioni di cortisone sono abitualmente efficaci dopo 4-8 giorni.
il giorno dopo spesso si soffre maggiormente a livello dell'area infiltrata. Applichi una borsa del ghiaccio.
cordiali saluti
[#8] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Non capisco perchè due infiltrazioni e non una....il punto doloroso era uno solo?
[#9] dopo  
Utente 184XXX

Iscritto dal 2010
il punto doloroso era uno ma c'è un punto con una piccola protuberanza che secondo il medico è il punto in cui bisogna intervenire.
[#10] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Si, ma ha fatto una o due infiltrazioni?

Se due, distanziate di quanti giorni?
[#11] dopo  
Utente 184XXX

Iscritto dal 2010
Due lo stesso giorno
[#12] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Strano...