piede  
 
Utente 406XXX

buongiorno , nell'agosto della scorsa estate dopo un'ora di nuoto in mare aperto la pelle delle piante dei piedi era ammorbidita . Camminando sulla battigia un piccolo sassolino è penetrato nella parte anteriore del piede destro . Io mi sono accorto subito e rimuovendolo , ho constatato la presenza di un perfetto forelllino circolare tipo mini cratere :) Al momento non ci ho fatto caso ma da quel giorno sono iniziati i problemi. Io ho pensato che si sarebbe chiuso da solo come una normale ferita ma camminando e vivendo al mare, tutti i giorni, d'estate in italia e d'inverno alle isole canarie, con il piede sempre umido , questo foro si è chiuso molto lentamente e ha formato una specie di piccola ciste. non so bene come spiegarlo. come se all'interno ci fosse ancora quel sassolino, ma l'avevo rimosso. E' fastidioso e doloroso. il problema è che io sono un runner amatoriale, l'appoggio del piede e l'assetto della corsa sono cambiati ora non riesco più' a correre perché ho dolori al ginocchio e all'inguine che talvolta si estendono fino alla spalla , se carico molto con i chilometri. è incredibile quanto possa essere fastidioso un problema di questo tipo, che in apparenza può' sembrare una innocuo. io (che non sono un aquila) ho aspettato troppo e ho corso tutto l'inverno nonostante i dolori. adesso cammino quasi zoppo. devo rivolgermi a un PODOLOGO o un DERMATOLOGO? e soprattutto: se non è un qualcosa di origine virale o batterica cosa può' essere? grazie mille

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Gentile utente, sicuramente ad un dermatologo! La diagnosi e la prima cosa da approntare e pertanto questa deve essere reperite in una sede clinica specialistica. Dopo la diagnosi sicuramente si potrà procedere con una terapia efficace, ma vanno escluse diverse forme patologiche.
Le invio molti cari saluti
Dott.ssa Suetti