senso  
 
Utente 445XXX
Salve, vorrei sottoporre alla vostra attenzione il mio caso. Da un paio di giorni avverto una sensazione di stanchezza e di nausea. Alle volte il tutto si unisce all'accellerazione dei battiti. Questo mi porta ad avere una gran paura perché non vorrei sentirmi male e cadere a terra da un momento all'altro. Sento anche una pesantezza al petto, come se dovessi digerire qualcosa che in realtà non c'è. Anche da seduta sul divano non riesco a riprendermi e stare meglio. Sento anche delle fitte al centro della schiena e alle volte al petto , lato sinistro , non di continuo, sporadicamente, ma sono molto fastidiose. Poi non so se è un problema dettato dall'ansia ma sento anche dei "vuoti " nel petto, una sensazione strana che mi fa pensare " il cuore ha smesso di battere ?" È ciò mi implica paura anche la sera prima di dormire. Secondo voi dovrei preoccuparmi? Lo scorso mese al PS ho fatto due ECG entrambi normali . Grazie in anticipo per il vostro tempo.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
dal suo racconto emerge soltanto una evidente sindrome da ansia generalizzata, che non è pertinenza nè dell'Internista nè del Cardiologo ma dello Psichiatra che potrà risolverla restituendole la qualità di vita che si deve avere alla sua età.
Nessuno dei sintomi che riferisce fa pensare al cuore.
Tenga presente che i dolori trafittivi non sono MAI di origine cardiogena.
I vuoti al petto sono verosimilmente delle banali extrasistoli, che tutte le persone hanno, ma che lei percepisce di più perchè in perenne stato di allerta: all'exrasistole segue l'incremento dell'ansia e dunque un circolo vizioso analogo a quando i cani giocano con la loro coda.
Se le potesse essere fonte di tranquillità, programmi un Holter ECG/24h così le sue EXS verranno registrate e potrà avere contezza che non si tratta di alcunchè di grave.
Carissimi saluti,
Dott. Caldarola.