paura  
 
Utente 446XXX
Salve richiedo questo consulto poiché da qualche giorno ho circa una decina di afte sparse per tutta la bocca, tra cui alcune sul labbro inferiore e sulla lingua, non mi era mai capitato prima d'ora di averne più di due o tre insieme anche se capita spesso che mi escano, in più sono due anni e anche più che ho dei sintomi come stanchezza durante tutto l'arco della giornata, dolori o oppressione al petto, vedo puntini luminosi davanti agli occhi (sono miope e un po astigmatico) ho spesso occhi secchi, bruciori di stomaco, e pochi giorni fa ho avuto un episodio di diarrea e si può dire dopo il quale mi sono uscite tutte queste afte, aggiungo che i medici hanno sempre affibiato tutto all'ansia e lo stress, ho fatto diversi esami (ecg, rm encefalo, lastra ai polmoni, esami del sangue, esami tiroidei, e visita dall'otorino) ovviamente tutti negativi, aggiungo ancora che faccio palestra (pesistica) regolarmente 3 volte a settimana (lunedì, mercoledì e venerdì) e sto prendendo integratori a base di Betanina citrato, vitamine B1, B6, B12, C, ho preso in passato anche magnesio e potassio senza cambiamenti sostanziali, la mia paura è di essere sieropositivo all'hiv anche perché i sintomi sono nati in concomitanza con un piercing ( due settimane dopo) e con la mia prima volta con la mia attuale ragazza ( due giorni dopo) lei inutile dirlo che è sana tutt'ora motivo per cui mi tranquillizzo un po, vorrei sapere se possibile il vostro parere, vi ringrazio in anticipo, distinti saluti.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
l'aftosi ricorrente merita una consulenza ORL e non ha relazione con l'HIV.
Forse una consulenza internistica, presso uno specialista di questa branca della medicina SERIO, PREPARATO e MOTIVATO, potrebbe esserle utile per avere la certezza che non ha nulla di organico e che debba rivolgersi ad uno psichiatra per la adeguata terapia farmacologica dei suoi disturbi ansiosi.
Per quanto riguarda l'infezione da HIV ( e perchè non anche quella da HCV?) contratta con il piercing e relativamente alla paura che la sua ragazza le abbia trasmesso l'HIV, nonostante sia tutt'ora sana, c'è un solo metodo per calmierarla: fare il test HIV I-II di IV generazione che se sono passati 40 gg deve essere considerato definitivo e farlo fare anche alla sua partner, sempre che anche lei non le consigli di rivolgersi ad uno psichiatra.
E' nota la mia forte contrarietà alla pesistica che è una delle attività più dannose anche per i cuori più sani: a tal fine si rilegga qualche consulto precedentemente fornito ad altri utenti.
Tuttavia un soggetto che si senta astenico non mi pare che faccia volentieri pesisitica 3 volte alla settimana, al di là della inutilità di tutti gli integratoti che assume.
Voglio invece sperare che annualmente, praticando questo tipo di attività fisica, lei si sottoponga a controllo annuale con ecocolordoppler cardiaco e con un test da sforzo massimale al cicloergometro o al tapis roulant. Inoltre spero che nella sua palestra ci sia più di un defibrillatore semiautomatico e che il suo personal trainer abbia le conoscenze e i requisiti per defibrillare chiunque perda conoscenza o vada in arresto durante l'attività fisica. Come peraltro statuito da Legge dello Stato che in Italia ha cogenza solo se sanzionata da pena pecuniaria o detentiva molto sostanziosa.
Ha chiesto il mio parere e io gliel'ho fornito.
Ovviamente può considerarlo o non tenerne conto.
Carissimi saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 446XXX

Iscritto dal 2017
La ringrazio per la risposta tempestiva, e: si la mia palestra è munita di tutto ciò, inoltre volevo dirle che comunque i sintomi che ho erano già presenti prima di cominciare a fare pesistica, e che l'ho fatto comunque per prendere qualche chilo visto che ero molto esile e sottopeso da sempre, per quanto riguarda l'HIV visto che mi ha rassicurato sul fatto delle afte penso non valga nemmeno la pena fare il test, mentre per l'HCV dubito, poiché penso che l'unico sintomo che possa far pensare a quello sia l'astenia, ma per il resto la sintomatologia non corrisponde, mi corregga se sbaglio (ne sa di certo più di me).
Infine vorrei solo aggiungere: si è una fatica andare in palestra, ma solo nel "cominciare" vista la mia stanchezza, poi lavorando passa e mi sento anche più sveglio e in forma.
Aspetto sue risposte e la ringrazio ancora, cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Salve,
che cosa vuole che le risponda?
Lei prima ha timore di avere l'HIV per due motivi che specifica, un piercing e i rapporti sessuali con la sua ragazza di cui non conosce lo status sierologico, e concretizza questo sospetto a seguito di una aftosi che si è espressa in modo leggermente più virulento del solito.
Mi dice di essere astenico ma come le ho fatto notare chi è astenico non va a sollevare pesi in palestra.
Adesso, fattale notare la inconsistenza della sua paura per HIV si sente tranquillo.
Bene!
Fa delle deduzioni sulla sintomatologia di una Epatite C cronica: è tranquillo perchè la sintomatologia non corrisponde. Scusi, Gentile Utente, e quale sintomatologia sarebbe coerente con il sospetto di una Epatite da HVC cronica che nella maggior parte dei casi è del tutto asintomatica?
Io mi sarei aspettato una risposta più logica: che cioè il percing è stato effettuato in ambiente idoneo, sicuramente utilizzando materiale sterile monouso, e che per tale motivo non sussiste il pericolo di trasmissione di alcuna malattia infettiva.
Vuole dimagrire e fa pesistica: ha scelto il modo più dannoso per dimagrire, ma lei è libero di fare quello che le pare.
E' peraltro mio dovere se chiamato ad esprimere un parere, allertarla ed evitare una condotta negligente.
Questa è la mia risposta con la quale la saluto augurandole buona domenica e ottime cose.
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 446XXX

Iscritto dal 2017
La ringrazio gentilmente per la risposta ma se posso penso che lei abbia letto superficialmente la mia di risposta, e le spiego perché: in primis (ed è la cosa piu evidente) io scrivo: "l'ho fatto comunque per prendere qualche chilo visto che ero molto esile e sottopeso da sempre" e lei mi scrive: "Vuole dimagrire e fa pesistica: ha scelto il modo più dannoso per dimagrire, ma lei è libero di fare quello che le pare." In secundis non ho concretizzato nulla quando parlavo di HIV, visto che ero qui appunto per chiedere un parere riguardo la *possibilità* che i sintomi che accuso uniti agli avvenimenti potessero avere un *eventuale* collegamento all'HIV, ma siccome mi ha detto che l'aftosi non ha relazioni con l'HIV mi sono "tranquillizzato" poi mi ha indirizzato verso l'HCV, ma mi sono informato riguardo la sintomatologia e rispetto i sintomi che le ho detto, e a parte l'astenia non ho altro come dolori al fegato, inappetenza, vomito ecc. volevo semplicemente capire se potevo anche stare tranquillo riguardo alla possibilità di questa HCV che lei ha messo in conto, tutto qui la mia unica domanda era quella dell'HIV inizialmente, e mi ha tranquillizzato quindi va bene così, mi faccia sapere se possibile riguardo l'HCV.
So che è un po contorta la risposta per il caos che si è venuto a creare tra HIV e HCV ma ho cercato di essere più chiaro possibile la ringrazio ancora
Cordiali saluti.