Utente 913XXX
Buongiorno, volevo espormi il mio problema che ad oggi non ha trovato una soluzione...
Io nel luglio di quest'anno sono stata ricoverata al S.Raffaele di Milano per un edema della papilla del nervo ottico dovuto ad ipertensione intracranica che è stata classificata come idiopatica.
Bene.
Al ricovero avevo una VES di 47 mm/1h (V.N. 2 - 15) in data 11/07/2008
Le elenco i valori di VES che ho avuto da luglio ad oggi:
11/07/2008 VES 47 mm/1h
20/08/2008 VES 25 mm/1h e 56 alla 2h
26/09/2008 VES 49 mm/1h
06/11/2008 VES 61 mm/1h e PCR 1,36 mg/dl (V.N. 0,00 - 0,50)

Il mio neuroftalmologo dice che la VES alta non è correlata al papilledema.
Nel corso dei mesi ho fatto ovviamente altre analisi, incluse indagini ormonali, i cui valori sono risultati sempre normali eccettuando VES e PCR.
Ho fatto una visita pneumologica con spirometria, visita otorinolaringoiatrica, visita ginecologica, visita dentistica, visita dermatologica...
Tutto sempre nella norma e che non spiega un aumento di VES così palese.

Il 6 Novembre, dietro consiglio internistico, ho fatto urinocoltura, TAOS, Tampone faringeo, fattore RH, elettroforesi proteica, ft3, ft4, TSH... tutto regolare.

Vorrei conoscere un suo parere a riguardo.

Aggiungo che in passato ho sofferto di herpes labiale; per il momento faccio terapia con Diamox 4cpr/die da 250mg sempre per il papilledema; sono sottoposta a stress dovuto ad imminente esame di abilitazione forense che si terrà a dicembre; fumo circa 20 - 30 sigarette al giorno; il neuroradiologo che mi ha fatto la RM com mdc a giugno ha ipotizzato una possibile e non meglio precisata infezione virale, di cui però non c'è nessun altro riscontro clinico.

Spero di essere stata chiara.
Un cordiale saluto.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Rosario Peluso
32% attività
4% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2007
carissima,
l'aumento della VES e della PCR sono generalmente indicativi di una "infiammazione". Dal mio punto di vista (reumatologico) è utile, se non già eseguito, effettuare uno screening per patologia autoimmunitaria:
- ANA, anti DS DNA, ENA (SSa, SSb, RNP, Scl-70, Sm, Jo1), anti istoni, anti centromero, anti-CCP, IgA, IgG, IgM, C3 e C4.
Ovviamente essendo esami molto specifici Le consiglio comunque di eseguire prima un consulto reumatologico per poter, almeno sulla base di eventuali segni e/o sintomi, restringere gli esami a quelli strettamente necessari.
cordiali saluti
rosario peluso
[#2] dopo  
Utente 913XXX

Iscritto dal 2008
Gentile Dott. Peluso,
La ringrazio sentitamente del Suo interessamento al mio caso.
Come da Lei consigliatomi, mi recherò da uno specialista per approfondire l'argomento e poi Le farò sapere.
Grazie di tutto,
a presto.