Utente 917XXX
Buongiorno,sono circa 10 giorni che ho dei fastidi al lato destro della pancia, a volte sono bruciori altre volte dolorini,contestualmente ho un alternarsi di diarrea e stitichezza ed un formicolio nella gamba destra e fastidi nella natica. Essendo questi fastidi a dx ho paura possa essere appendicite (da piccola ho fatto un eco e mi hanno detto che ha una forma un po' allungata).
Ho preso il debridat ma non e' servito a nulla.Oggi ho iniziato con i fermenti lattici.Cosa posso fare? Devo preoccuparmi che sia un attacco di appendicite?
Ho sempre sofferto di colon irritabile.
Grazie per i consigli che gentilmente mi darete,Nadia

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Un'appendicite acuta puo' causare uno o piu' dei seguenti sintomi: dolore generalmente localizzato in fossa iliaca destra, aumento dei globuli bianchi, febbre, nausea e/o vomito, alvo chiuso a feci e gas.
E' di tutta evidenza che senza una visita diretta non riesco a dirle di piu', ma di sicuro posso dirle che, se anche ci fosse un risentimento appendicolare, questo non e' da considerarsi acuto perche'... lei ne soffre da 10 giorni!
Le consiglio di farsi visitare dal suo Medico di famiglia, anche per avere un parere sulla possibilita' che quanto descrive sia magari imputabile al colon irritabile.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Come già anticipatole dal Collega Spina, per quanto esista la possibilità che i sintomi che presenta siano riferibili ad una riacutizzazione della sua affezione colica, la possibilità di una appendicopatia in forma subacuta non è escludibile. Tuttavia non è possibile ovviamente trarre conclusioni certe a distanza tanto più che la sede e l'irradiazione del dolore che Lei lamenta possono richiamare l'attenzione su più di una possibilità, anche per patologie non necessariamente riferibili all'apparato digerente.
[#3] dopo  
Utente 917XXX

Iscritto dal 2008
Ieri sono andata dalla mia dottoressa, mi ha visitata ed ha detto che la pancia le sembrava morbida, e in nessun punto dove mi ha toccata mi faceva male.
Mi ha detto che se avessi avuto l'appendice nel momento in cui mi toccava avrei sentito dolore.
Siccome ho ancora la diarrea mi ha dato per 2/3 giorni il Rifacol e l'enterogermina.
Per i fastidi alla gamba ritiene che potrebbe anche essere una sciatica! Procedo con la terapia che mi e' stata data o mi suggerite altro? Devo fare l'ecografia o le analisi del sangue? Grazie come sempre,Nadia
[#4] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Una visita addominale ben fatta puo' fugare molti dubbi riguardo un risentimento appendicolare, pertanto credo che diagnosi e terapia suggerite dalla Collega al momento siano adeguate. Continui a monitorare i suoi disturbi addominali ed eventualmente ci tenga aggiornati. Chieda anche al suo Medico di Famiglia se puo' magari assumere una terapia idonea al trattamento del dolore sciatico.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Utente 917XXX

Iscritto dal 2008
Grazie per l'immediata risposta e mi scuso ancora per l'insistenza, ma mi domando una visita addominale ben fatta non sarebbe meglio che la facesse un chiururgo??
La dott.ssa mi ha tastato un po' la pancia, ma nulla di piu'... Ho solo paura di rischiare l'aggravarsi della situazione. Grazie
[#6] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2006
Gentile signora
il suo medico curante in quanto "medico" ha la capacità di effettuare una ottima visita per riconoscere o sospettare varie patologie. Se lei avesse avuto un problema appendicolare l'avrebbe sicuramente indirizzata da un chirurgo. Segua la terapia prescritta ed attenda la guarigione
Cordiali saluti
[#7] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Perche' non ha fiducia in quanto le ha detto la Collega? Se un Professionista si prende la responsabilita' di darle un parere vuol dire che e' sicuro di cio' che ha potuto rilevare... altrimenti le avrebbe richiesto ulteriori accertamenti...
Pero' comprendo il suo stato d'animo e certamente, da Specialista in Chirurgia, non posso che essere d'accordo con lei quando scrive che "una visita addominale ben fatta non sarebbe meglio che la facesse un chiururgo??"...
Le propongo una mediazione: dia fiducia al suo Medico di Famiglia e attenda qualche giorno: se la situazione rimane invariata, o addirittura peggiora, le chieda se puo' inviarla a fare una visita Specialistica.
Cordiali saluti.
[#8] dopo  
Utente 917XXX

Iscritto dal 2008
La mia non e' mancanza di fiducia, ma solo ansia.
Ascoltero' il suo consiglio, attendero' qualche giorno per vedere come va e poi se necessario mi faro' una visita da uno Specialista, sperando che non ce ne sia bisogno. Grazie ancora, Nadia
[#9] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Bene, sono contento della sua decisione... Tenga anche conto che il Medico di Base sara' in grado, nel caso in futuro lo ritenesse opportuno, di suggerirle quali saranno le priorita' per affrontare un percorso diagnostico specialistico: sicuramente non e' il suo caso, ma le assicuro che molti pazienti spesso eseguono consulti e costosi accertamenti meno urgenti posponendo invece quelli piu' utili proprio perche' magari tendono ad ascoltare i consigli di amici e conoscenti piuttosto che affidarsi del Medico di Famiglia.
Ci tenga aggiornati. Cordiali saluti
[#10] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Come già suggerito dai Colleghi, non è possibile per noi, a distanza, darle maggiori ragguagli di quanto abbia fatto la Collega che ha potuto visitarla. Ancor di più non è corretto nè eticamente possibile fornire valutazioni sulla terapia da Lei prescritta e tanto meno fornire diverse indicazioni in tal senso.
Mi permetto solo di suggerire un controllo quotidiano della temperatura corporea e valutare la eventuale comparsa di altri sintomi tipo nausea, vomito, ecc.
[#11] dopo  
Utente 917XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno,purtroppo vi disturbo nuovamente.
Ho preso per 3 giorni il Rifacol e l'enterogermina (come aveva detto la mia dott.ssa),ed il disturbo si e' attenuato ma purtroppo non e'passato.Ho ancora un po' di diarrea,ed il fastidio a destra c'e' sempre. E' come un pizzicotto nella pancia, che va e viene.
Mi consiglia di continuare per qualche altro giorno la cura? O e' meglio che mi faccio qualche analisi?
Grazie come sempre, Nadia
[#12] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Si, forse potrebbe essere opportuno effettuare degli accertamenti ematochimici, ma sempre a giudizio del suo medico... Mi permetto di consigliarle nuovamente di effettuare una visita diretta e farsi consigliare da chi avra' l'opportunita' di "vedere di persona" come stanno le cose. Senza un contatto diretto non possiamo al momento dirle di piu'.
Cordiali saluti
[#13] dopo  
Utente 917XXX

Iscritto dal 2008
Buon pomeriggio, stamattina ho fatto le analisi del sangue ed i risultati sono i seguenti:
VES 10 ------- fino a 15

WBC 4,55
NEUT 2,40
LINFO 1,65
MONO 0,29
EO 0,18
BASO 0,03
RBC 4,47
HGB 12,4
HCT 37,9
MCV 84,8
MCH 27,7
MCHC 32,7
RDW-SD 36,1-
RDW-CV 13,0
PLT 179
PDW 12,4
MPV 10,2
P-LCR 26,9

Posso chiedervi se vi sembra tutto ok? Mi pare non risulti alcuna infezione.
Non fa nulla che stavo prendendo il RIFACOL??
[#14] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2006
Gentile signora,
come da lei supposto gli esami risultano nella norma.
L'assunzione contemporanea di Rifaximina non può aver alterato più di tanto gli stessi.
Cordiali saluti
[#15] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Soprattutto il valore dei globuli bianchi (WBC) ci induce a pensare che non sia un'infezione appendicolare... Pero' mi permetto comunque di consigliarle nuovamente di effettuare una visita medica.
Cordiali saluti
[#16] dopo  
Utente 917XXX

Iscritto dal 2008
Buonasera,immagino che per voi le infinite domande di rassicurazione sono spesso fastidiose e sopratutto difficili da gestire, ma io ho veramente bisogno di essere rassicurata.
Ho 36 anni ed un bimbo di 2 anni, ho sempre sofferto di colon irritabile ma in un ecografia fatta da bambina mi fu detto di avere l'appendice di forma allungata ed io ho sempre nella mia mente stampato quel pensiero che vuol dire...prima o poi ti dovrai operare.
A parte questa premessa, vorrei informarmi che telefonicamente la dott.ssa visto il persistere dei sintomi, fastidio a destra (che migliora se evaquo) feci molli, frequenti e con muchi, mi ha suggerito di prendere il CIPROCX per 3 giorni ed al posto dell'enterogermina il FERMET URTO (1 al giorno).
Domani provero' a passare da lei per farmi visitare nuovamente. Secondo voi,inizio questa nuova cura o mi faccio prima visitare?? Non e’ che se e’ un attacco di appendicite peggioro la situazione con altri medicinali?
Avere i globuli bianchi bassi e non avere alterazione febbrile,puo' escludere un attacco di appendicite??
E' meglio che mi faccia un'ecografia? Ma con contrasto?
Scusate ancora per l'insistenza...ma l'ansia non mi da tregua! Nadia
[#17] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
se non si fa visitare in maniera diretta questa ansia non se la togliera' mai...
Immagino che con "CIPROCX" lei intendesse dire Ciproxin, che e' antibiotico ben noto e che di sicuro non aumenta i rischi di infezione appendicolare... cosi' come i fermenti lattici.
D'altro canto se fosse una vera appendicite acuta sarebbe gia' corsa in Ospedale e l'avrebbero gia' operata... Che l'appendice si faccia "sentire" ogni tanto nel corso della vita con alcuni piccoli disturbi e' pure possibile, ma non motivo sufficiente per andare al tavolo operatorio... E poi ha detto anche lei che dopo l'evacuazione va meglio... questo dovrebbe farla riflettere.
Le ripeto ancora una volta: ci vuole una visita diretta per porre diagnosi... i segni rilevabili "di persona" dal suo Medico valgono molto di piu' di tante elucubrazione e a volte anche piu' di tanti accertamenti strumentali.
Cordiali saluti
[#18] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Gentile Utente,
come anticipatoLe dal dott. Spina non esiste altro modo per eliminare i dubbi che La assillano che sottoporsi ad una valutazione clinica accurata. Non è possibile trarre conclusioni a distanza ed anche gli indici ematochimici hanno una valore relativo se non integrati da un esame clinico (= visita).