Utente 418XXX
Salve,
per errore mentre mi radevo ho tagliato un neo del viso.
Premetto che in passato il neo era scuro e la dermatologa mi aveva detto di toglierlo anche se era benigno, successivamente il chirurgo che mi aveva asportato un neo poi risultato benigno mi disse che se volevo poteva togliermi anche quello nel viso, il problema è che dato il dolore che ho provato all'atto dell'iniezione dell'anestesia locale al braccio ho optato per non toglierlo, con il tempo però si è schiarito quasi alla colorazione della pelle ma è aumentato e in rilievo.
Ho sempre fatto attenzione mentre mi radevo e non l'ho mai tagliato, il problema è che per motivi di tempo 2 giorni fà, ho fatto una rasatura velocissima ferendomi e facendo uscire una modesta quantità di sangue, ho disinfettato accuratamente, solo che ora vorrei capire se devo andare dal dermatologo a farlo vedere.
Alla rimozione del neo ho riportato un brutto cheloide al braccio, se dovesse verificarsi in pieno viso c'è qualche metodica convenzionata con la mutua per rimuoverlo?
Grazie a tutti/e per l'attenzione

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Massimo Morelli
20% attività
4% attualità
0% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Buongiorno, occorre valutare il nevo in questione..alcuni di essi si possono asportare mediante tecnica laser chirurgica, per altri è assolutamente necessaria la rimozione chirurgica ed il successivo esame istologico. Il fatto che il nevo sia stato traumatizzato non è molto rilevante, quindi mi sento di poterla tranquillizzare. Comunque effettui una visita dermatologica per sicurezza. Per i cheloidi il discorso è più complesso, se lei tende a cicatrizzare in maniera anomala, si può eseguire l'intervento e seguirne il decorso con alcune precauzioni. Il trattamento del cheloide, a meno che non sia invalidante e con limitazioni funzionali,non è in genere previsto dal SSN.
Cordiali saluti
Dott. Massimo Morelli
[#2] dopo  
Utente 418XXX

Iscritto dal 2016
Salve Dott.Massimo Morelli, la ringrazio per la cortese e rapida risposta.
Volevo chiederle un'altra cosa proprio riguardante i cheloidi. A breve verrò operato di ginecomastia, se si sviluppasse il cheloide sarebbe una zona dove si può intervenire successivamente?in quel punto e se fosse dello spessore di quello che ho nel braccio e contando la dimensione di taglio sarebbe davvero un disastro. Mi sono completamente dimenticato di farlo presente al chirurgo, mi sa dire in cosa consiste il " seguirne il decorso"? ci sono creme da applicare?
[#3] dopo  
Dr. Massimo Morelli
20% attività
4% attualità
0% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 24
Iscritto dal 2016
Buongiorno,seguire il decorso vuol dire porre attenzione alla sua cicatrizzazione e valutare passo dopo passo gli interventi da mettere in atto..disponiamo di crreme, infiltrazioni, laser specifici in grado di risolvere il problema.
Cordiali saluti