Utente 426XXX
Buongiorno gentili dottori,
Da 15 giorni soffro di un fastidiosissimo acufene dx, che si è presentato improvvisamente da una mattina all'altra.
Al pronto soccorso, mi hanno sottoposto ad una radiografia della cervicale e ad un test audiometrico tonale che hanno riscontrato tutto nella norma.
Di seguito mi sono recato dal mio medico di base, che mi ha prescritto una cura a base di deltacortene (50 mg/gg) per 5 giorni, per escludere una possibile infiammazione del nervo acustico. Dato che la cura non ha portato alcun beneficio, il medico mi ha prescritto una RMN encefalo e tronco encefalo senza contrasto.
Le mie domande sono:

1) La RMN sicuramente mi dirà la causa scatenante il mio improvviso acufene?
2) La RMN senza mezzo di contrasto è ugualmente affidabile a quella con contrasto nel caso del mio sintomo? o era consigliato eseguirla direttamente con contrasto?

Grazie in anticipo.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
intanto prescrivere del cortisone per una "probabile" infiammazione del nervo acustico" è qualcosa di scientificamente non condivisibile.
Comunque, ormai ci si è abituati a non meravigliarsi più di nulla.
Se deve fare la RM dell'encefalo, con sequenze dedicate allo studio della base cranica e a quello delle rocche petrose e dei canali acustici interni, il mdc è molto utile potendo, nelle sequenze pesate in T1, mettere in evidenza formazioni anche piccole che possono essere isointense e dunque non individuabili senza contrasto paramagnetico e senza contrast enanchement.
Ne parli con il curante perchè se deve fare il contrasto ha bisogno di portare al Radiologo la creatininemia.
Saluti,
Dott. Caldarola.