Utente 446XXX
Buongiorno,

due giorni fa ho eseguito visita per un riacutizzarsi di una meibomite che ho da un anno ed è emerso un (credo) leggero astigmatismo a sx. Ciò che leggo nel referto è questo:
V sc 1,1 V sc 1,0 +0 25 -0,5/180 = 1,1
Che significa?
L'esame del fondo mi ha detto il medico essere normale.
C'è poi un altro appunto, ma non capisco cosa ci sia scritto (Lipi?). Comunque esito di 2 e 2, immagino riferito ad occhio dx e sx

Francamente non me ne ero mai reso conto se non chè gli ultimi giorni, provando a tappare un occhio per volta e a guardare lontano, ho notato questa lieve perdita di nitidezza nel sx. Da vicino non sembrano esserci problemi (lavoro VDT).
È un problema connesso con la meibomite?
Con il vizio che ho di dormire col braccio sull'occhio sx? E con la tendenza a massaggiare spesso ( anche se delicatamente) le GM dopo la diagnosi di meibomite.
C'entra nulla con questa situazione generale il fatto di aver avuto recenti episodi di afte in bocca (anche se l'odontoiatra le ha ricondotte, ahimè, ad una dieta abbastanza rigida a cui mi son sottoppsto e che ora ho abbandonato, con netto miglioramento della micosa).
Grazie!
[#1] dopo  
Dr. Ferdinando Munno
28% attività
20% attualità
12% socialità
SIRACUSA (SR)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2015
Prenota una visita specialistica
salve,
tra i due occhi esistono delle differenze non sono mai perfettamente simmetrici. la meibomite ovviamente non c'entra nulla e nemmeno il fatto di dormire da un lato, consideri che la terapia funziona ma può essere inficiata anche da fattori ambientali, allergici e su questo aspetto meglio farsi seguire da uno specialista.
[#2] dopo  
Utente 446XXX

Iscritto dal 2017
Grazie Dottore.
Intende la terapia per la meibomite che può essere inficiata da alcuni fattori?
Effettivamente in questo ultimo anno i sintomi sono stati tutto sommato lievi e controllabili. È solo da qualche giorno che i disturbi sono aumentati in frequenza e intensitá (senso di sabbia negli occhi e prurito, soprattuto alla mattina e alla sera, che mi portano spesso a "stropicciare",ed episodi migranti di appannamento).
Il caldo secco influisce negativamente?
Indicazioni alimentari da seguire? I due oculisti consultati avevano visioni diverse riguardo l'aspetto dell'alimentazione.
[#3] dopo  
Dr. Ferdinando Munno
28% attività
20% attualità
12% socialità
SIRACUSA (SR)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2015
Parlo di una infiammazione e come tale può essere scatenate da forme allergiche, alimentari, autoimmuni. Non posso sapere da dove arriva va approfondita
[#4] dopo  
Utente 446XXX

Iscritto dal 2017
Ok. Mi son forse espresso male, ma intendevo se il caldo secco di questi tempi peggiora il quadro sintomatologico della meibomite e se poteva essere utile intraprendere certe abitudini alimentari al fine di fluidificare un po' le secrezioni meibomoane ( si legfe di grassi omega 3 e 6).
Poi il medico non mi ha accennato nulla dell' eventuale coinvolgimento sistemico autoimmune del mio caso,nonostante glielo abbia chiesto mostrandogli anche le ultime analisi del sangue ( sono volontario AVIS). Mi ha solo detto che l'occhio, consentendo una osservazione vascolare diretta, è utile e di supporto nella diagnosi di alcune malattie tipiche di quell'apparato, aggiungendo poi che, comunque, il mio problema non è lì (nel fondo) ma nelle palpebre.
Lei prima accennava ai motivi alimentari. È possibile che sia stata una dieta, come accennavo prima, piuttosto rigida e per qualche tratto fortemente restrittiva, ad aver innescato la meibomite? Perchè mi è venuta fuori 5- 6 mesi dopo l'inizio di questa dieta!
Adesso comunque, da ormai alcuni mesi, son tornato ad una alimentazione normale, diciamo pure mediterranea, come da mie abitudini.
[#5] dopo  
Utente 446XXX

Iscritto dal 2017
Buongiorno,

torno a scrivere pefchè ho notato un rwcente cambiamento. La palpebra sx, forse per i continui sfregamenti, per i massaggi, per la pulizia con cotton fioc e soluzione di acqua tiepida e shampoo neutro, per gli impacchi, o perchè comunque la tocco spesso, si è come irritata diventando rossa o come fosse quasi "cotta". Cosa devo fare? Interrompere impacchi e massaggi?
Inoltre la mattina è un vero dramma, con gli occhi che faticano ad aprirsi per i residui secchi delle secrezioni.
In generale durante la giornata, se faccio pulizia palpebrale la mattina e quei due impacchi, sto bene e senza avere troppi fastidi,
Altro aspetto è che il senso di visione sfuocata e poco nitida da lontano che avevo settimana scorsa, è passato da occhio sx ( adesso tornato alla "normalitá") a occhio dx.
Sono alla disperazione.