Utente 455XXX
Salve,sono una ragazza di 19 anni premetto che io e il mio fidanzato conviventi già da un anno e in prossimità di un matrimonio, siamo in cerca di una gravidanza.
Vi scrivo perché ho saputo L'altro giorno che un amico del mio fidanzato ha contratto la mononucleosi e siccome accompagno spesso il mio fidanzato ad allenarsi, noto che il suo amico gli chiede di bere dalla stessa bottiglia un energetico, dato che entrambi fanno uno sport faticoso.
So vagamente che questa malattia si trasmette prevalentemente con la saliva, ma è grave? Essendo in cerca di una gravidanza, potrebbero esserci problemi per il nascituro? Devo preoccuparmi per il mio fidanzato?
Vi ringrazio
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
innanzitutto è buona norma che ognuno beva dalle proprie borracce. O bottiglie.
Il rischio teorico di contagio non è da escludere, a meno che il suo partner non abbia già avuta la mononucleosi in forma asintomatica e ne sia immune.
Avere una mononucleosi in gravidanza non è raccomandabile: può verificare quanto lei sia a rischio facendo un completo pannello immunosierologico per EBV, che sicuramente il suo medico curante conosce molto bene.
Se risulterà immune potrà stare tranquilla.
Buona giornata,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 455XXX

Iscritto dal 2017
La ringrazio, ma che sintomi da eventualmente questa malattia?è da considerarsi pericolosa per una gravidanza oppure semplicemente è meglio non contrarla? Causa aborti o malformazioni? Mi scusi se le chiedo, ma il medico del mio fidanzato è in malattia in questa settimana e sono abbastanza preoccupata per lui.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
ci sarà il sostituto come previsto dalla Legge: non può lasciare lo studio alle ortiche a pena della revoca della convenzione con il SSN!
La mononucleosi può non dare alcun sintomo clinico appariscente, e ciò accade nella maggior parte dei casi, tranne un pò di astenia e qualche decimo di febbre a cui il paziente non ipocondriaco non fa caso, o può manifestarsi classicamente con l'angina di gola, la febbre elevata, una linfoadenopatia laterocervicale che poi diventa generalizzata, con splenomegalia e epatite lieve con innalzamento delle transaminasi di solito di lieme - media entità, con un esamtema periorbitario dovuto al virus e uno morbilliforme generalizzato quando la si cura somminitrando antibiotici aminopenicillinici (Amplital, Zimox, Augmentin).
Può raramente complicarsi con una linfoadenomegalia mesenterica che può causare disturbi della canalizzazione, con una porpora trombocitopenica autoimmune, con una encefalite asettica per lo più lieve e che regredisce senza reliquati....
Mi fermo per ragioni di sintesi e perchè questo è quello che si trova sui libri ma che in 20 anni di attiività ho visto solo una volta. Queste complicanze soltanto giustificano l'uso del cortisone!
Come diceva il Prof.Franco Dammacco, maestro di clinica medica, "quando venite a fare gli esami ricordatevi che non troverete mai i fenomeni da baraccone che studiate..."
Per quanto riguarda la gravidanza, la mononucleosi non è tra le malattie teratogene dunque l'embriogenesi non viene influenzata: ma è sempre meglio fare un figlio in buona salute.
Non si preoccupi troppo per il suo compagno: è sano è immunocompetente. Soprattutto prima di preoccuparsi lo faccia ammalare perchè non è affatto detto che questo succeda.
Buona giornata,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 455XXX

Iscritto dal 2017
La ringrazio infinitamente per l'accurata spiegazione
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Di nulla!
Buona serata.
Dott. Caldarola.