Utente 448XXX
Gentili medici, nel pomeriggio di venerdì scorso verso le 19.30 stavo usando una racchetta elettrica per gli insetti, di quelle che funzionano con le pile stilo AA, nel riporta mi è sfuggita di mano e d'istinto l'ho sfiorata con la mano sinistra. Premetto che in quel momento la racchetta era spenta, ma ho comunque sentito una scossa sulla punta del mignolo e visto chiaramente una scintilla. Di seguito ho sentito odore di bruciato (come quando ci si sbruciacchia usando i fornelli). Ho avuto, poco dopo, l'impressione che la corrente andasse su per la spallam il collo e infine l'occhio sx. Passato lo spavento iniziale sono uscita perché mi sentivo i muscoli del viso ( a sinistra) un po' tesi, e in seguito, credo sempre per lo spavento, sentivo le gambe molli mentre camminavo... roba che è durata per 5 minuti circa. Due ore dopo mi sono toccata il gomito sinistro e sentendo la pelle particolarmente dura ho fatto per toglierla (purtroppo è una mia brutta mania) e mi sono accorta che era una crosticina, come se mi fossi tagliata. Non so se è una casualità... Non saprei dire neppure se è possibile una cosa del genere, perché ho pensato potesse essere la scossa che usciva, visto che avevo il braccio piegato quando è successo... ed il tutto è durato solo una frazione di secondo. Aggiungo che ad oggi sento di tanto in tanto avverto una sensazione di calore lungo il tendine del mignolo e nell'avambraccio e di tanto in tanto sento i muscoli sinistri del viso tesi (tensione vincibile), siccome ho notato che l'ansia può sfogarmi spesso sulla muscolatura del viso sono abbastanza certa che la causa sia solo ansia, ma vorrei sapere se dovrei fare una visita di controllo o delle analisi. Il voltaggio della racchetta purtroppo non ricordo quale sia...mi pareva fosse intorno ai 6 o 12 volt ma non ne sono sicura.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
con due pile stilo non è mai morto nessuno.
Si tranquillizzi e smetta di fare fantascienza anni 70.
Non aveva un disgregatore molecolare tra le mani....
Buona serata,
Dott. Caldarola