Utente 128XXX
Gentili Dottori,
mia madre ha 75 anni e da tantissimo tempo si sottopone ad esame ecocardio e visita cardiologica per via di fibrillazioni atriali che ogni tanto la tormentano (anche se non ne soffre da circa 5 anni). Nulla di eclatante fino a qualche settimana fa (leggerissima perdita della mitrale da tenere sotto controllo) quando, all'ultimo controllo, viene diagnosticata una insufficienza mitralica e gli viene consigliata una visita da un cardiochirurgo. Con l'occasione ripetemmo l'ecocardiogramma e il referto fu:

Buone condizioni cliniche generali, buon compenso emodinamico, asintomatica a riposo per angor e dispnea.
All'ecocardiogramma transoracico:
Ventricolo sinistro di normali dimensioni e funzione sistolica in assenza di alterazioni della cinesi segmentaria (DTD 46 mm,SIv 12mm, FE 60%). Disfunzione diastolica di II grado (E/A<1, E/è 8.7). Atrio sinistro dilatato (23 cm^2). Sezioni destre nei limiti (TAPSE 22 mm).
Vaso aortico nei limiti (SdV 33 mm, GST 26 mm, TT 37 mm).
Valvola aortica tricuspide con lieve-moderata insufficienza (v.c. 3.1 mm).
Moderata-media (v.c.5.6 mm) insufficienza mitralica da ectasia dell'anello (IC 39 mm) con jet a decorso centrale.
Lieve insufficienza tricuspidale. PAPS 25 mmHg.
Non versamento pericardico.

Il cardiochirurgo, esaminando il referto dell'ecocardio, dice che bisogna operare e riparare la valvola mitrale subito dopo settembre. Non conviene aspettare in quanto con il tempo il ventricolo si dilata sempre di più (le fibre che costituiscono il ventricolo, dilatandosi, perdono di elasticità e oltre ad un intervento più complicato con il rischio di sostituire la valvola, il cuore ne risulterebbe più danneggiato).
Cosa fare? e' veramente da operare subito?
E' una di quelle notizie che non ti aspetti e ti piomba addosso all'improvviso senza preavviso e non è facile decidere.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
12% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Sulla base dei dati che riporta non concordo con l'indicazione chirurgica.

Si tratta di una insufficienza mitralica non severa in assenza di dilatazione ventricolare.

Mi invii se vuole la documentazione completa via mail.

Non vorrei ci sia qualcosa di diverso.

Rimango a vostra disposizione.

iaci.giuseppe@hsr.it
[#2] dopo  
Utente 128XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Dr. Giuseppe Iaci
la ringrazio per la sua celere risposta.
Purtroppo non ci sono altri documenti a parte un'altro ecocardio fatto una decina di giorni prima di quello che ho già scritto precedentemente e che ci ha messo "in allarme":

Normali diametri interni del ventricolo sinistro, aumentato lo spessore parietale.
Cinesi globale e funzionale sistolica conservata.
Aumentati le dimensioni dell'atrio sinistro.
Normali dimensioni della radice aortica.
Semilunari aortiche ispessite, apertura sistolica conservata.
Lembi mitralici ispessite.
Nei limiti le sezioni destre. TAPSE 2.3 cm.
VCI collasabile.
Pericardio indenne.
FLUSSIMETRIA DOPPLER: moderato-severo rigurgito mitralico, lieve rigurgito aortico e tricuspidale con PAPs 40 mmHg.
Conclusioni: ventricolo sinistro lievemente ipertrofico buona la funzione sistolica e la cinesi, insufficienza mitralica moderata, insufficienza aortica lieve, iniziale ipertensione polmonare.

Ci sono altri ecocardio fatti negli anni precedenti ma senza note di merito e gli innumerevoli elettrocardiogramma sono sempre andati bene, ultimo compreso. A parte una ipertensione che le dura una vita, controllata efficacemente con terapia farmacologica e un po di affanno nei tratti lunghi, le salite o quando parla troppo al telefono, non c'è altra documentazione o sintomi che posso mostrare.
Cosa mi consiglia?
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Iaci
32% attività
12% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2010
Nel primo eco riportava...

Moderata-media (v.c.5.6 mm) insufficienza mitralica da ectasia dell'anello (IC 39 mm) con jet a decorso centrale.

Nel secondo..
moderato-severo rigurgito mitralico, lieve rigurgito aortico e tricuspidale con PAPs 40 mmHg.
Conclusioni: ventricolo sinistro lievemente ipertrofico buona la funzione sistolica e la cinesi, insufficienza mitralica moderata.

Sulla base del primo esame l'intervento è prematuro.
Sulla base del secondo forse considererei l'atteggiamento del collega leggermente aggressivo.
Ripeterei un nuovo ecocardiogramma tra 6 mesi.
Dove la stanno seguendo?