Utente 164XXX
Buongiorno dottori, da un pò di tempo mi sono accorto che una pallina dura al tatto situata sul polpastrello del dito indice della mano sinistra è cresciuta un pò, si nota infatti anche un rigonfiamento sul polpastrello che prima non si notava. Da quello che ricordo, questa piccola pallina è nel polpastrello da circa 4 anni, me ne sono accorto la prima volta mentre facevo l'automisurazione del colesterolo e infilavo l'aghetto per prendere la goccia di sangue. Prima non me n'ero mai accorto. Da una ventina di giorni ho notato prima il rigonfiamento e quindi ho dedotto che fosse cresciuta e poi negli ultimi giorni ho cominciato a sentire dolore. Ho effettuato un'ecografia il cui referto dice: " L'indagine condotta a livello della tumefazione palpabile in corrispondenza del palmo della falange ungueale del III dito fa apprezzare subito al di sotto della cute una formazione nodulare ipoecogena,ben definita che arriva alla corticale ossea sottostante apparentemente senza infiltrarla e che contrae rapporti con il tendine del flessore lungo. tale formazione misura 9x5x9." In seguito ho fatto anche una Rx " non sembrano apprezzarsi frache alterazioni osteotrutturali di rilievo clinico". Ho provato a chiedere che cosa fosse questo nodulo, ciste o quant'altro ma mi hanno soltanto detto che non era nulla di preoccupante di ripetere l'ecografia tra 6 mesi e se volevo potevo fare una risonanza magnetica. Capendo la difficoltà di un consulto a distanza senza conoscere il paziente potrei sapere gentilmente di cosa potrebbe trattarsi. Grazie e buon lavoro.
[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signore,

come lei sa, noi NON possiamo in alcun modo fare diagnosi a distanza.

Dovrà pertanto farsi vedere da un chirurgo della mano.

Posso solo dirle che, statisticamente, i noduli solidi nel polpastrello sono spesso "tumori gigantocellulari" (benigni).

Buon pomeriggio.