Utente 442XXX
Gentili Medici,
Volevo sottoporvi un quesito. Sono una ragazza di 23 anni e negli ultimi mesi precisamente a fine settembre ho sofferto di cistite che non passava,ho preso inutilmente monuril ma è scomparsa poi definitivamente con ciproxin 1000 preso per cinque giorni. Successivamente, circa a metà ottobre, mi sono comparsi numerosi lividi prima sulle cosce e poi sulle ginocchia, in entrambi i casi il giorno dopo aver subito dei modesti traumi ( quelli sulle cosce dopo essere stata in un allevamento di cani e dopo che i suddetti mi hanno fatto delle vigorose feste e quelli sulle ginocchia dopo aver fatto giocare dei bambini gattonando sul pavimento) i lividi vanno via via ingiallendosi (quelli eulle cosce sono sempre stati gialli) ma ancora dopo due settimane, non sono completamente passati. In concomitanza con questi lividi mi è venuto inizialmente un raffreddore con un lieve maldigola, bruciore di stomaco,afonia al mattino debolezza e dolori articolari specialmente alle gambe, trasformatosi dopo pochi giorni ormai da più di una settimana in una tosse perenne e insistente prima secca poi accompagnati da catarro con una nausa che ieri notte mi ha portato a vomitare e ciò mi causa (immagino per lo sforzo) dolori specialmente nella zona dello sterno vicino allo stomaco, mi riferisco a ossa o muscoli comunque non allo stomaco stesso.Il mio medico, oggi, ( che ho potuto sentire solo per telefono) mi ha prescritto deltacortene 25mg per tre giorni e augmentin per sei giorni due volte al giorno. La tosse continua e i vari sintomi chiaramemte mi spossano molto rendendomi sempre stanca. Effettuerò sicuramente la terapia ma le cose lette su internet riguardo la leucemia che causa: infezioni frequenti e durature i lividi che vengono facilmente la stanchezza ecc mi preoccupano un pochino. È stato ed è ,un periodo stressante per me e questo sicuramente ha influito moltissimo nel mio giudizio ma ho questo pensiero che mi spaventa. Vi chiedo scusa per il disturbo arrecatovi e sono pronta a rispondere ad altre domande se mi fossi dimenticata qualcosa. Attendo una vostra cortese risposta.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
16% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile Signorina,
mi pare che lei abbia la forma virale, con disturbi gastro - enterici, che sta girando.
Francamante non capisco i tre diorni di Deltacortene 25mg a cosa le debbano servire.
L'Augmentin ormai è la panacea di tutti i mali: ma anche questo antibiotico se si tratta di una virosi non solo è inutile ma le aggraverebbe i sintomi gastro - intestinali.
Infine dica al suo medico che è vergognoso per chi esercita questa professione, prescrivere terapie per telefono: oltre che fonte di responsabilità medico legali.
Il dubbio di una leucemia se lo può facilmente togliere con un banalissimo emocromo.
Cordialità,
Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 442XXX

Iscritto dal 2017
Gentile dottore,
Intanto la ringrazio davvero molto per la celere risposta. Credo che il cortisone mi sia stato prescritto per alleviare i sintomi della tosse particolarmente insistente e l'antibiotico per eliminare eventuali infezioni ( il medico mi ha detto che una copertura antibiotica era necessaria ovviamente assunta dopo i pasti per non compromettere lo stomaco) Ma non essendo io il medico giustamente mi sono affidata a lui che essendo fuori mi ha consigliato questa terapia per telefono e che devo ammettere è sempre stato efficiente. Continuare con la terapia a suo parere non mi gioverebbe? Inoltre secondo il suo personale parere ( ovviamente l'emocromo è l'unico che può togliere dubbi definitivamente ) lei escluderebbe cause più gravi come una leucemia?