Utente 514XXX
Salve, ho 33 anni e circa 20 anni fa ho avuto un solo episodio di allergia alimentare, con orticaria, che durò per una settimana circa. Non ho mai fatto le prove allergiche ma da allora mangio di rado le noci perchè probabili responsabili della reazione allergica. In questi ultimi 2 giorni ho mangiato dei dolci fatti in casa che contenevano in minima parte granella di noci, senza tuttavia avere alcuna reazione allergica. Ieri sera , a distanza di 6-8 ore circa dall'ingestione di questo dolce con noci, ho avvertito un improvviso bruciore al labbro inferiore che in quel momento ho associato alla disidratazione delle labbra screpolate per il freddo. Di lì a breve si è determinato un forte rigonfiamento del labbro inferiore accompagnato da una sensazione di torpore che si estendeva anche al mento( come da anestesia effettuata dal dentista).
Ho assunto una compressa effervescente di BENTELAN 1mg e il gongiore si è ridimensionato, senza però scomparire del tutto. Stamane, a distanza di 7 ore, ho assunto un'altra compressa, ma dopo 1ora e mezza il gonfiore accenna solo in minima parte a ridursi. Sono alquanto preoccupata. Di cosa potrebbe trattarsi? Potreste suggerirmi cosa fare? A chi rivolgermi? Quali esami effettuare ?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
dalla descrizione sembrerebbe un edema di Quincke, effettivamente allergico. in tal caso oltre al bentelan ci stava bene un antistaminico,

data la natura improvvisa dell'evento, io un salto in pronto soccorso per farlo vedere a un medico dal vivo lo farei.

non e' niente di grave, almeno finche' si frma al labbro e non arriva alla glottide.
[#2] dopo  
Utente 514XXX

Iscritto dal 2005
La ringrazio per la risposta. Vorrei aggiungere che a seguito di questo episodio per diversi giorni,quasi una settimana, ho sofferto di distrurbi riconducibili al reflusso gastroesofageo: sensazione di un corpo estraneo fermo all'altezza della fossetta giugulare, proprio al di sotto della tiroide e rigurgito di acido. Ho utilizzato bustine di gadral dopo i pasti e ho limitato il consumo di cibi grassi,alcool e caffè. I sintomi ad oggi si sono ridotti, ma ho una infiammazione alla gola, all'altezza delle tonsille, che mi determina comunque un senso di costrizione. Ho già prenotato le prove allergologiche per alimenti. Volevo sapere se è il caso di fare degli altri esami e quali per effettuare una diagnosi più certa.
Ringraziandovi anticipatamente, vi saluto.
[#3] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Per ora vada pure con ordine con le prove prenotate. Ci sarebbe il dosaggio del C1INH ma e' indicato solo in soggetti con angioedema ricorrente, non sporadico come lei.