Utente 452XXX
Buonasera, sono una ragazza di 21 anni e volevo chiedere un parere sulla mia situazione. All'età di 33 anni mia madre si è ammalata di carcinoma mammario monolaterale, si è operata ma 13 anni dopo è trapassata a causa di metastasi. Mia nonna paterna si è ammalata di carcinoma mammario bilaterale all'età di 40, anche lei operata e successivamente trapassata dopo più o meno 15 anni. L'anno scorso ho tolto un fibroadenoma al seno sinistro, nulla di preoccupante ma data la mia storia familiare ho preso appuntamento da una genetista per capire meglio la mia situazione. Prima di incontrarla ho parlata con la mia senologa che mi aveva parlato della possibilità di fare un test genetico (dato che molto probabilmente essendosi ammalata molto giovane mia madre aveva un problema genetico) e magari successivamente di fare la mastectomia preventiva. Parlando con la genetista mi ha spiegato che si è vero che faccio parte del profilo 3 di rischio ( quindi il più elevato) ma non avrebbe senso fare il test genetico perché su mia madre non è stato fatto e quindi non si saprebbe cosa cercare. Mi ha spiegato che l'unica cosa che posso fare è un'ecografia ogni 6 mesi. Questa notizia mi ha buttato enormemente giù perché ero molto aperta all'idea di sapere se avrei avuto la possibilità di ammalarmi e quindi di prevenire con una mastectomia per stare più tranquilla. Il fatto di essere a rischio 3 ma non poter fare nulla a parte controllarmi ogni 6 mesi mi mette molta ansia e non mi fa pensare ad altro che alla vita che ha fatto mia madre per 13 anni e che io non voglio che mi capito la stessa cosa. Quindi la domanda è questa: è proprio vero che questo test genetico non ha senso farlo? Non posso fare altro a parte ecografie una volta ogni 6 mesi? Spero davvero in una risposta perché ormai non sto vivendo più la mia vita come dovrebbe fare una ragazza della mia età. Grazie per la disponibilità...
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
E' un tema complesso e comprendo la sua...spada di Damocle cercando soluzioni, che vanno prese non soltanto consultando un genetista, ma a seguito di un CONSULTO ONCOGENETICO collegiale in cui sono presenti oltre all'oncologo e al genetista anche uno psicologo.

Legga
http://www.medicitalia.it/news/senologia/3426-effetto-angelina-jolie-oroscopo-genetico-rischio.html

Tanti saluti
[#2] dopo  
Utente 452XXX

Iscritto dal 2017
La ringrazio per la pronta risposta. In effetti l'appuntamento con la genetista è stato preso dalla mia senologa e ora che mi ci fa pensare l'appuntamento è stato chiamato oncogenetico ma era presente solo la genetista...quindi lei mi consiglia di avere un altro appuntamento oncogenetico con la presenza di queste 3 figure?
[#3] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
LECCO (LC)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Sarebbe meglio