Utente 963XXX
Salve,
sono un ragazzo di 28 anni e sin dall'adolescenza ho notato di avere qualche problemino al prepuzio. In particolare, a pene flaccido, a volte l'apertura del prepuzio non è sullo stesso asse del meato urinario, costringendomi a riposizionare la pelle del prepuzio e/o a farla scorrere indietro per poter effettuare la minzione. A pene eretto, il prepuzio non scorre completamente, rimanendo a coprire il glande (in tutto o in parte, a seconda del grado di erezione) e richiedendo quindi un intervento manuale per farlo scorrere fino alla base del glande. In entrambi i casi comunque, lo scorrimento del glande avviene senza problemi e soprattutto senza sforzi e/o dolori.
Inizialmente pensavo di avere una qualche forma di fimosi, ma da quello che ho letto sembra che abbia il prepuzio esuberante. Purtroppo non mi sono mai sottoposto ad una visita andrologica.

Il mio dubbio riguarda la compatibilità di questa caratteristica del prepuzio con una normale vita sessuale. Non ho mai avuto rapporti sessuali, ma da qualche tempo frequento una ragazza e credo che fra poco cercheremo di averne uno.
Il mio primo dubbio riguarda l'uso del preservativo. La pelle del prepuzio che si accumula alla base del glande forma una sorta di anello (non credo però che sia un anello parafimotico perché non mi crea fastidi), che rende difficile indossare il preservativo. L'unica soluzione è tirare ancor di più verso il basso, al di sotto del solco balano-prepuziale, la pelle del prepuzio. Il mio timore è che la pelle del prepuzio, in questa posizione in tensione, unita alla compressione dovuta al preservativo e ai movimenti di un rapporto sessuale possa portare ad una rottura del frenulo e/o ad una compressione dell'intero pene, con eventuali rischi di circolazione sanguigna. Cosa potete dirmi a riguardo?
Inoltre, durante la masturbazione, ho notato che a seguito del movimento il prepuzio tende a ricoprire il glande. Questo potrebbe essere un problema durante i rapporti, sia con preservativo che senza?

Ringraziando in anticipo per la risposta,
porgo cordiali saluti


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,come vede documentarsi autonomamente non basta a superare i timori ed i dubbi che alla Sua eta' possono trasformarsi in angosce.Ipotizzerei la presenza di uma leggera ipospadia (presenza del meato uretrale al di sotto dell'asse) che può dar luogo ad un prepuzio ridondante ma,ovviamente,la mia e' solamente un ipotesi.Non perda tempo e consulto un andrologo esperto.Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

senza potrela visitare una diagnosi diventa molto difficile ma ipotizzando che la pelle del suo prepuzio possa essere particolarmente abbondante "esuberante" creandole problemi nei rapporti sessuali mi sembra che possano esistere i presupposti perchè uno specialista le possa consigliare la circoncisione ( asportazione del prepuzio) condizione migliore sotto molti punti di vista
cari saluti
[#3] dopo  
Utente 963XXX

Iscritto dal 2009
Innanzitutto vorrei ringraziare i dottori per la loro rapida risposta. Nel giro di pochi giorni prenoterò una visita andrologica.
Per quanto riguarda l'ipotesi di leggera ipospadia, non credo sia il caso visto che il meato è esattamente al centro dell'apice del glande; probabilmente ho descritto male la condizione del prepuzio quando il pene è a riposo.

Cordialmente
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

oltre alle corrette indicazioni già ricevute dai colleghi che mi hanno preceduto, sed desidera poi avre ulteriori informazioni su queste tematiche può trovare qualche chiarimento nell'approfondimento del collega Maio:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=42220.

Poi, per avere altre notizie su eventuali problemi di natura andrologica che interessano i giovani uomini, le consiglio di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=35780.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com